Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Servizi e Settori > Raccolta Indumenti

Servizi e Settori

Raccolta indumenti usati

 

  Dal 2006 siamo in grado di dare conto del nuovo assetto che questo servizio assume, dopo gli accordi che si sono stretti con chi si occupa del ritiro e con chi opera nel campo del riutilizzo dei vestiti e dei tessuti. Cerchiamo di riassumere per punti:

 

  1. Il ruolo della Caritas Diocesana
    La Caritas assume un ruolo di puro patrocinio dell'iniziativa da pochi mesi è comparso sui cassonetti una scritta che recita: "con il patrocinio della Caritas Diocesana di Como". Il motivo della concessione dell'utilizzo del proprio nome viene dal fatto che si riconosce la validità di un recupero e di un riutilizzo di ciò che a noi non serve più, ma ad altri potrebbe ancora servire o comunque non deve andare sprecato. Ma soprattutto si riconosce il ruolo che la cooperazione sociale e il volontariato possono avere sia nell' inserimento lavorativo di persone svantaggiate attraverso questa attività, sia nell'invio di parte dei proventi che ne ricavano per iniziative di solidarietà, specie all'estero.
  2. Chi ritira i vestiti
    Nella zona di Como il ritiro vestiti è operato dalla cooperativa sociale "La Villetta" di Lomazzo e dalla Cooperativa Sociale "Orizzonti" di Cantù, per la Provincia di Sondrio è a cura del Mato Grosso, Associazione "Insieme per il Perù" (vedi riquadri in basso). Nello specifico del ritiro vestiti, la Villetta inserisce giovani che stanno facendo percorsi di recupero, il Mato Grosso mobilita forze sempre nuove di volontariato. Entrambi inviano parte dei compensi che ricevono dalle aziende per cui fanno questo lavoro per progetti sociali in Perù. I loro nomi e le modalità per rintracciarli compariranno sui cassonetti. Sono infatti questi due enti ora pienamente responsabili per il ritiro, non più la Caritas.
  3. Il ruolo delle Parrocchie e dei Comuni
    E' importante la disponibilità che molte Parrocchie e Comuni hanno dato per il posizionamento dei cassonetti. Nei loro confronti non cambia nulla: la Cooperativa e l'Associazione faranno fronte a tutti gli impegni presi. La Caritas continua a fare da garante nei confronti delle Parrocchie e la sua Fondazione garantirà per le convenzioni con i Comuni.
  4. Le aziende che operano nel campo del recupero dei vestiti usati
    Si tratta di un vero e proprio mercato. Si parla di tonnellate di vestiti all'anno solo nella nostra piccola realtà. E' chiaro che solo una piccola parte servirebbe per chi da noi ha bisogno di vestiti. L'azienda Tesmapri, con la quale siamo in rapporto ormai da anni, ricicla tutti i vestiti che possono poi essere commercializzati a basso prezzo, specie in Nord Africa. Riutilizza comunque i tessuti dei vestiti non recuperabili. L'azienda si è sempre impegnata per iscritto su alcuni aspetti etici, specie nei confronti dei diritti dei lavoratori.
  5. A chi dare i propri vestiti usati e un richiamo alla sobrietà
    I cassonetti sono il luogo normale a cui consegnare ciò che non ci serve più. Se proprio si avessero capi di vestiario particolari e specifici (es. tutto per bambino o per donna), la Caritas è a disposizione per dare indicazioni su come farli giungere alla migliore destinazione possibile, compresi i diversi vestiari che distribuiscono ai bisognosi. Nel concludere questo discorso occorre anche dire di pensarci bene: veramente non usiamo più ciò che abbiamo nell'armadio? Non è che qualche volta il più bel dono, l'opera vera di carità, fatti salvi i diritti di chi produce e di chi commercia, è anche quella di non sprecare una risorsa che già abbiamo e di destinare ad altro ciò che spenderemmo per l'acquisto di altri vestiti?

 

 

 

Quali vestiti e Chi li ritira (formato PDF Icona PDF)

 

 

VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Il film "Wallah je te jure" all'oratorio di Grosio "Wallah je te jure" è il titolo del film di Marcello Merletto che verrà proiettato sabato 27 maggio alle ore 20.45 all'oratorio di Grosio SO)...
La Ciclofficina si presenta a Fino Mornasco La Ciclofficina finalmente si presenta: venerdì 26 maggio, alle 18, in via Scalabrini 20 a Fino Mornasco (CO) open day aperto a tutti...
Profughi: aggiornamenti nella sezione "Ultime novità" Nella pagina "Ultime novità" della sezione "Accoglienza profughi" (vedi homepage), il progetto "Aggiungi un posto a casa" (a cura di Stefano Sosio), il lavoro del Coordinamento accoglienza migranti in Valtellina-Valchiavenna (a cura di Monia Copes) e altro ancora...
Inviata la nuova newsletter della Caritas diocesana È stata inviata la nuova newsletter della Caritas diocesana di Como. I testi integrali sono leggibili nella sezione "Informazione" del sito...
Migranti: a Caravate la formazione degli operatori "Due giorni" di formazione professionale per gli operatori delle tre cooperative che coordinano l'accoglienza migranti sul territorio diocesano: Symploké per la zona di Como, Altra Via per la Valtellina e Agrisol Servizi per le Valli Varesine...
Sud Sudan, gli aiuti Caritas tra conflitto e carestia La Presidenza della Cei ha destinato un milione di euro, dai fondi dell’8xmille, per fornire assistenza agli sfollati e alle vittime del conflitto che da anni insanguina il Sud Sudan...
Dormitorio in via Napoleona: i dati aggiornati del servizio Si è concluso il sesto anno di gestione del dormitorio annuale della città di Como da parte della Caritas diocesana. Nel corso del 2016 hanno usufruito del servizio 171 ospiti, 151 uomini e 20 donne...
Il nuovo ComoCaritas sui servizi in città di Como È fresco di stampa il nuovo ComoCaritas. Questo numero è dedicato ai servizi Caritas operanti in città di Como per i quali si cercano nuovi volontari...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 2 marzo 2017 la nuova pagina Caritas...
Nuovi imperdibili documenti da Caritas Italiana Numerosi nuovi dossier sulle situazioni di crisi internazionali sono leggibili e scaricabili nella sezione "Area promozione umana" del nostro sito alla pagina "Immigrazione"...
Migranti: continuano i corsi di lingua e professionali Continua l’impegno per organizzare i corsi professionali e di lingua italiana dedicati ai migranti giunti sul nostro territorio e accolti nelle nostre comunità...
Nuovo Informacaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero del 14 maggio 2016 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo Informacaritas. Due pagine di approfondimento sul 38° Convegno nazionale delle Caritas diocesane svoltosi recentemente a Sarcrofano...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI