Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Area Internazionale > Adozioni a distanza

Area Internazionale

Adozioni a distanza

 

 

 

Cosa sono?

Le adozioni a distanza sono una forma di solidarietà che consiste nel contribuire alla sana e serena crescita di un bambino o di un adulto in difficoltà garantendo nutrimento, istruzione e assistenza sanitaria senza sradicare la persona dal suo paese di origine e dal suo contesto famigliare, sociale e culturale.

Nel dispositivo di ratifica della Convenzione de L’Aja sulla protezione dei minori e sulla cooperazione in materia di adozione internazionale, approvata nel 1993 e ratificata dall’Italia nel 1998, si sottolinea come l’aiuto all’infanzia possa efficacemente essere messo in atto “nelle forme della cooperazione internazionale esercitate attraverso le modalità del sostegno a distanza”.

Perché?

Il sostegno a distanza è un progetto che apre il cuore e gli occhi al mondo, verso chi è lontano ma condivide con noi la propria umana fragilità. È un segno di solidarietà concreta per una famiglia, per una classe di catechismo, per una Parrocchia, per un gruppo di amici. È un gesto concreto che mette in discussione chi lo fa (nella gestione delle proprie finanze, dei propri consumi, del proprio stile di vita) e ridà speranza a chi lo riceve.

Come?

La Caritas Diocesana chiede a chi decide di sostenere un’adozione a distanza un impegno serio, a lungo termine (nei casi di adozione scolastica o del nucleo famigliare) e puntualità nei versamenti.

Sostenere un’adozione a distanza non è una scelta estemporanea, necessita serietà e continuità dell’impegno. Chi beneficia del sostegno a distanza si fida del suo sostenitore e conta su di lui per far fronte alle necessità quotidiane.

 

Progetti di sostegno a distanza promossi dalla Caritas Diocesana:

ETIOPIA – Addis Abeba

Da anni la Caritas Diocesana sostiene e promuove le adozioni dei bambini che ad Addis Abeba frequentano il Children’s Education for Developement (gestito in Italia dal Centro Romagna, di Riccione, che fa capo a Padre Bernardo Coccia, di stanza in Etiopia). L’impegno richiesto a chi desidera sostenere negli studi un bambino etiope è di 185 euro all’anno. Ad ogni bambino viene aperto un libretto di risparmio sul quale vengono versate le quote donate dalla famiglia adottante. Quando il bambino presenta le ricevute delle spese effettuate relative agli studi scolastici, queste vengono rimborsate. La parte di quota annua “risparmiata” o eventuali quote “regalo” rimangono sul libretto e il bambino potrà disporne solo una volta concluso il ciclo di studi. Attualmente sono circa 300 le adozioni in corso tramite la Caritas Diocesana.

ERITREA – Asmara

L’ASPE - Associazione di Solidarietà e Promozione per l’Eritrea e l’Etiopia -  è una ONLUS con sede a Milano, creata dai Padri Cappuccini, che da anni opera a sostegno dell’infanzia. In Eritrea, nella capitale Asmara, Padre Camillo Ghebremedhin è responsabile delle adozioni a distanza di bambini in difficoltà. Tramite la Caritas Diocesana, un centinaio di questi bimbi – e le loro famiglie – hanno trovato sostegno economico e vicinanza spirituale da parte di famiglie adottive. L’impegno richiesto è di 338 euro annui, che vengono poi ripartiti ed erogati trimestralmente alla mamma del bambino adottato, in quanto destinati al sostentamento di tutto il nucleo famigliare.

ERITREA- Massaua

A Massaua gli studenti della Scuola San Francesco abitano lontano dalla scuola e non è al momento possibile organizzare un servizio di Scuolabus, anche per via delle difficoltà di approvvigionamento del petrolio da autotrasporto in Eritrea. Padre Protasio Delfini, insieme all’Associazione “Il granello di senape Onlus”, ha pensato di donare a ogni studente della scuola (circa 800…) una bicicletta, che al termine del periodo di studi resterà in suo possesso. In bicicletta tutti gli studenti potranno raggiungere la scuola e spostarsi per la città velocemente e con poca fatica. Con 65 euro è possibile acquistare una bicicletta che verrà destinata a uno studente della scuola San Francesco (la cifra comprende trasporto, montaggio e tasse locali). All’inizio di ogni anno scolastico occorre acquistare biciclette per i nuovi iscritti.

 

CINA – Hong Kong

L’associazione Huiling è un’organizzazione cinese senza scopo di lucro e non sostenuta da sussidi statali che, grazie alle donazioni da privati, opera a favore delle persone con handicap mentale, che in Cina vengono particolarmente messe ai margini e considerate incapaci di dare un contributo positivo alla società. Huiling ha creato diverse strutture di accoglienza (Case Famiglia) dove la persona disabile viene messa in condizione di istruirsi, formarsi professionalmente e sentirsi utile al prossimo. Tramite la Caritas Diocesana vengono promosse le adozioni a distanza di adulti con handicap psico-fisico ospiti della Casa Famiglia di Hong Kong, anche in forma condivisa tra più famiglie adottanti. Infatti il sostegno annuo all’accoglienza di un adulto è di circa 1000 euro. La Caritas propone quote annue di 300-350 euro. In questo modo ogni tre famiglie adottanti è possibile sostenere una persona. Presso Huiling operano padri missionari che fanno capo al PIME di Milano.

 

 

 

Per informazioni e richieste relative alle adozioni a distanza contattare la Caritas Diocesana:
sig.ra Rossana Colombo – tel. 031 3312333 – info@caritascomo.it .

 

 

 

VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Il film "Wallah je te jure" all'oratorio di Grosio "Wallah je te jure" è il titolo del film di Marcello Merletto che verrà proiettato sabato 27 maggio alle ore 20.45 all'oratorio di Grosio SO)...
La Ciclofficina si presenta a Fino Mornasco La Ciclofficina finalmente si presenta: venerdì 26 maggio, alle 18, in via Scalabrini 20 a Fino Mornasco (CO) open day aperto a tutti...
Profughi: aggiornamenti nella sezione "Ultime novità" Nella pagina "Ultime novità" della sezione "Accoglienza profughi" (vedi homepage), il progetto "Aggiungi un posto a casa" (a cura di Stefano Sosio), il lavoro del Coordinamento accoglienza migranti in Valtellina-Valchiavenna (a cura di Monia Copes) e altro ancora...
Inviata la nuova newsletter della Caritas diocesana È stata inviata la nuova newsletter della Caritas diocesana di Como. I testi integrali sono leggibili nella sezione "Informazione" del sito...
Migranti: a Caravate la formazione degli operatori "Due giorni" di formazione professionale per gli operatori delle tre cooperative che coordinano l'accoglienza migranti sul territorio diocesano: Symploké per la zona di Como, Altra Via per la Valtellina e Agrisol Servizi per le Valli Varesine...
Sud Sudan, gli aiuti Caritas tra conflitto e carestia La Presidenza della Cei ha destinato un milione di euro, dai fondi dell’8xmille, per fornire assistenza agli sfollati e alle vittime del conflitto che da anni insanguina il Sud Sudan...
Dormitorio in via Napoleona: i dati aggiornati del servizio Si è concluso il sesto anno di gestione del dormitorio annuale della città di Como da parte della Caritas diocesana. Nel corso del 2016 hanno usufruito del servizio 171 ospiti, 151 uomini e 20 donne...
Il nuovo ComoCaritas sui servizi in città di Como È fresco di stampa il nuovo ComoCaritas. Questo numero è dedicato ai servizi Caritas operanti in città di Como per i quali si cercano nuovi volontari...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 2 marzo 2017 la nuova pagina Caritas...
Nuovi imperdibili documenti da Caritas Italiana Numerosi nuovi dossier sulle situazioni di crisi internazionali sono leggibili e scaricabili nella sezione "Area promozione umana" del nostro sito alla pagina "Immigrazione"...
Migranti: continuano i corsi di lingua e professionali Continua l’impegno per organizzare i corsi professionali e di lingua italiana dedicati ai migranti giunti sul nostro territorio e accolti nelle nostre comunità...
Nuovo Informacaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero del 14 maggio 2016 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo Informacaritas. Due pagine di approfondimento sul 38° Convegno nazionale delle Caritas diocesane svoltosi recentemente a Sarcrofano...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI