Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Area Internazionale > I progetti sostenuti dalla Caritas diocesana

Area Internazionale

I progetti sostenuti dalla Caritas diocesana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quaresima-Pasqua 2018 - Se tu conoscessi il dono di dio
I progetti sostenuti dalla Caritas diocesana di Como

La testimonianza di Matteo Perotti impegnato in Sud Sudan
 

 

“Se tu conoscessi il dono di Dio”: è questo il titolo del ricco e dettagliato sussidio - fresco di stampa - per il cammino di Quaresima e di Pasqua 2018, pubblicato a cura del Centro Missionario Diocesano e della Caritas diocesana di Como.

Nella presentazione a cura di don Fabio Fornera e don Alberto Pini si legge: «Nella Evangelii Gaudium Papa Francesco ci chiede di entrare in uno “stato permanente si missione” (n. 25). Accogliere questo invito per la nostra Diocesi, come per ogni persona e comunità che la compone, è molto importante… Il sussidio, che nella sua struttura quotidiana privilegia la forma “celebrativa” personale o comunitaria… da quest’anno cambia formato – quasi un formato tascabile – ma soprattutto si arricchisce anche delle domeniche del “Tempo Pasquale” con commenti e riflessioni tratte da libri o da relazioni che don Bruno Maggioni ha proposto negli anni Ottanta e Novanta alla nostra Chiesa in occasione di alcuni convegni diocesani: sono testi che sprigionano una forza e una profondità ancora tutta da valorizzare e soprattutto la passione e l’affezione che don Bruno ha sempre avuto per la missione e i suoi missionari».

A corollario del sussidio è stato realizzato un opuscolo che presenta i progetti che Centro Missionario e Caritas sostengono nel mondo.
In particolare sono elencati quelli relativi a Camerun, Perù, Iraq, Brasile, Guatemala, Haiti, Eritrea, Sud Sudan e Serbia. Infine un progetto specifico sulla comunicazione e sulla formazione del CMD. Per realizzare ogni progetto sono raccolti fondi nell’intera Diocesi.

È possibile richiedere il materiale alla Caritas diocesana, viale Cesare Battisti 8 a Como (tel. 031.267421); ifo@caritascomo.itwww.caritascomo.it. Oppure al Centro Missionario Diocesano, viale Cesare Battisti 8 a Como (tel. 031.267421); cmdcomo@centromissionariocomo.itufficiomissioni@diocesidicomo.itwww.centromissionariocomo.it


Dati per i versamenti delle offerte

Centro missionario Diocesano in Centro Pastorale, viale Cesare Battisti 8 – 22100 Como – (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16).

Versamenti bancari:

Intestare a: Diocesi di Como – Ufficio Missioni
Banca Popolare di Sondrio – Como Ag. N. 1
IBAN: IT23Y0569610901000009015
Specificare dettagliatamente nella causale.
Per aiutarci nelle registrazioni, vi chiediamo gentilmente di scrivere anche il Comune di appartenenza e non solo i Santi a cui la Parrocchia è dedicata.

Per posta:

Conto Corrente Postale n. 1018603314.
Intestare a: Diocesi di Como-Ufficio Missioni.
Specificare dettagliatamente la causale.
Per aiutarci nelle registrazioni, vi chiediamo gentilmente di scrivere anche il Comune di appartenenza e non solo i Santi a cui la Parrocchia è dedicata.

 

 

 

Sud Sudan - La testimonianza di Matteo Perotti, missionario laico

della nostra Diocesi

 

 

“Quando due elefanti combattono è l’erba che soffre”. Matteo Perotti (nella foto sotto, a sinistra), missionario laico originario della parrocchia di S. Agata a Como, utilizza questo proverbio africano per descrivere la situazione del Sud Sudan, dove la competizione per il potere tra i gruppi guidati dal presidente Salva Kiir e dall’ex vice-presidente Riek Machar - trasformatasi nel dicembre 2013 in una vera e propria guerra civile con il coinvolgimento di decine di gruppi e milizie diversi - ha fatto sprofondare 
il Paese in una delle più gravi crisi umanitarie del mondo: stando ai dati delle Nazioni Unite alla fine del 2017 si contavano quasi due milioni di nuovi profughi che andavano ad aggiungersi ai 500 mila già fuggiti per le tensioni degli anni precedenti.
 

In questo spazio del nostro sito mettiamo in evidenza una pagina de “il Settimanale della Diocesi di Como” - a firma di Michele Luppi -  dove viene raccontata la testimonianza di Matteo Perotti.
Inoltre, viene illustrato il progetto sostenuto grazie al pluriennale impegno della Caritas Diocesana per sostenere la popolazione sud sudanese nella Diocesi di Wau (per informazioni: Caritas diocesana; tel. 031.267421).

 

Infine, diamo la possibilità di visionare l’interessante videointervista a Matteo Perotti resa disponibile dallo stesso “Settimanale” in occasione della Giornata di preghiera e digiuno per la pace nella Repubblica Democratica del Congo indetta da papa Francesco il 23 febbraio scorso e celebrata anche nella nostra Diocesi. 

 

 

 

 

 

Quaresima-Pasqua 2017 - “Le tue parole sono spirito e vita” (Sal 18)

I progetti sostenuti dalla Caritas diocesana di Como

 

 

La Caritas diocesana - insieme con il Centro Missionario Diocesano - propone anche quest’anno alcuni progetti concreti a sostegno delle popolazioni in Brasile, Sud Sudan, Etiopia ed Eritrea.

In particolare (come indicato nell’opuscolo) gli interventi sono a favore dei giovani contro la violenza e la criminalità nella periferia di San Paolo in Brasile; per affrontare l’emergenza alimentare e sanitaria che sta colpendo il Sud Sudan; a sostegno delle attività educative nella capitale Addis Abeba in Etiopia; e, infine, per aiutare un centro di accoglienza per bambini a Massaua in Eritrea.

 

 

 

 

Collane e bracciali solidali

Il progetto dedicato al Brasile, per promuovere il protagonismo giovanile contro la violenza e la criminalità nella periferia di San Paolo, intende aiutare in particolare i ragazzi problematici e marginalizzati che vengono così formati a una cultura della non violenza, attraverso percorsi di educazione alla pace, alla giustizia, alla legalità e al rispetto dei diritti umani.

A sostegno di questa iniziativa la Caritas diocesana promuove anche il progetto CEDECA: la “vendita” a offerta minima di bellissime collane e braccialetti realizzati a mano dalle donne di San Paolo, nell’ambito di un progetto che tutela i diritti dei bambini e dei giovani brasiliani.

Per informazioni più dettagliate è possibile contattare la Caritas diocesana di Como, via Cesare Battisti 8; tel. 031.3312333; info@caritascomo.it; www.caritascomo.it


 

 

Per sostenere i progetti Internazionali

 

Bonifico bancario o Conto Corrente Postale:

Diocesi di Como – Ufficio Missioni, viale C. Battisti 8, 22100 Como
Presso la Banca Popolare di Sondrio – Como Ag. N. 1
IBAN: IT23 Y056 9610 9010 0000 9015 X65

Diocesi di Como – Ufficio Missioni
Conto Corrente Postale n. 1018603314

Se volete indicare il progetto (lettera e numero). Per aiutarci nelle registrazioni, vi chiediamo gentilmente di scrivere anche il comune di appartenenza e non solo i Santi a cui la parrocchia è dedicata.

Per informazioni

Caritas Diocesana, via C. Battisti 8, Como
Tel. 031.3312333; info@caritascomo.itwww.caritascomo.it

Centro Missionario Diocesano, via C. Battisti 8, Como
Tel. 031.3312324; cmdcomo@centromissionariocomo.it; ufficiomissioni@diocesidicomo.it;
www.centromissionariocomo.it

 

 

 

 

 

Quaresima-Pasqua 2016 - "Vi ho dato un esempio, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi" (Gv 13,15)
i progetti sostenuti dalla Caritas diocesana di Como

 

Nell’anno giubilare della Misericordia, la Quaresima di fraternità 2016 assume un significato ancora più coinvolgente per tutti, soprattutto se si desidera l’esperienza di aprire il cuore a quanti vivono nelle più disparate periferie esistenziali, che spesso – come spesso sottolinea Papa Francesco – il mondo moderno crea  in maniera drammatica. Quest’anno i progetti che la Diocesi di Como sostiene nel mondo sono in Camerun, Perù, Uganda, Camerun, Siria, Ciad, Sud Sudan.

La Caritas di Como, dal canto suo, è impegnata a sostenere gli interventi in Siria, Ciad e Sud Sudan.

 

SIRIA:
SOSTEGNO ALL’OSPEDALE ITALIANO DI DAMASCO A FAVORE DELLA POPOLAZIONE
VITTIMA DEL CONFLITTO

L’intervento sarà coordinato dal VIDES (Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo) e gestito in loco dalla comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Damasco impegnate nell’Ospedale italiano della medesima città.

I continui bombardamenti hanno innalzato notevolmente la necessità di erogare servizi atti a garantire interventi chirurgici in grado di curare: traumi e ferite da arma da fuoco, lesioni da frammenti di proiettile, fratture, emorragie interne, ustioni, ma anche di far fronte a tutti quei servizi socio-sanitari di routine quali: campagne di vaccinazioni, servizi di ostetricia, servizi alla maternità, visite ambulatoriali, terapie per l’asma, il diabete e i disturbi cardiovascolari, programmi di medicina di base ormai non più assicurati, poiché  l’intero sistema sanitario è al collasso.

Le risorse e i materiali più indispensabili per l’erogazione dei servizi di cui sopra scarseggiano. Le reti sanitarie locali non sono più in grado di garantire l’approvvigionamento di farmaci a causa del crollo dell’industria farmaceutica e, indirettamente, delle sanzioni internazionali imposte alla Siria. Oltre alla devastazione materiale, in Siria, è crollata anche la struttura socioe-conomica del Paese e i civili, in particolar modo i bambini, sono i primi a farne le spese.
Nonostante una forte solidarietà locale, il perdurare del conflitto sta mettendo in ginocchio la popolazione e l’intero Paese ormai non più in grado di far fronte alle innumerevoli necessità sanitarie, ma anche sociali e di sopravvivenza. L’intervento di sostegno all’Ospedale italiano di Damasco verrà effettuato in sinergia con Caritas Ambrosiana, da più anni impegnata nella collaborazione con l'Ospedale.
Importo: 10.000 euro.

CIAD:
SOSTEGNO ALLE ATTIVITÀ DEL CENTRO DISABILI DELLA DIOCESI DI LAI

A Lai, in Ciad, dal 2003 è attivo il Centro disabili Talita Koum. Il centro offre accoglienza, trattamenti sanitari, alfabetizzazione e formazione professionale ai bambini e ragazzi affetti da diverse forme di disabilità e per questo lasciati ai margini della società.
Il Centro fa anche da ponte verso un altro centro che si trova a circa 160 km di distanza, Moundou, dove vengono effettuati interventi chirurgici ai bambini disabili grazie a équipe mediche francesi e spagnole che vi si recano due-tre volte l'anno. Alcuni ospiti del Centro Talita Koum vi risiedono stabilmente, altri lo frequentano solo durante le ore diurne.
In totale si tratta di circa 60 bambini e ragazzi. Il costo annuale della vita del Centro si aggira sui 5.000 euro. L'intervento vorrebbe assicurare la prosecuzione delle attività almeno per due anni.
Importo: 10.000 euro.

SUD SUDAN:
MICROCREDITO E LIBERTÀ DI INFORMAZIONE IN UN PAESE SEGNATO DALLA GUERRA CIVILE

L'intervento a sostegno della popolazione del Sud Sudan, dove da anni operano stabilmente Matteo Perotti ed Enrica Valentini della Diocesi di Como, vuole far fronte a due gravi problemi che affliggono il Sud Sudan in preda alla guerra civile dal 2013: la sicurezza alimentare e la censura del regime. Tramite Matteo Perotti, che insegna alla facoltà di agraria dell'Università di Wau, verranno selezionati e finanziati attraverso lo strumento del microcredito progetti agricoli ideati e portati avanti dagli studenti della stessa facoltà. Questo permetterà loro di applicare quanto appreso e guadagnare il necessario per proseguire gli studi e mantenersi durante gli stessi.

Tramite Enrica Valentini, direttrice del Catholic Radio Network con sede nella capitale Juba, verrà finanziata l'attività di un giornalista delle Radio del Network, un’azione a favore della verità e libertà di informazione in un Paese in cui è ormai diventato pericoloso raccontare quello che accade alla gente se non in linea con la strategia del regime. Intanto il numero degli sfollati che devono lasciare i loro villaggi aumenta, i beni di consumo hanno prezzi proibitivi per la maggior parte della popolazione, si resta giorni interi senza mangiare e denunciare una violenza o un sopruso può comportare l'arresto della vittima stessa, poiché è vietato parlare di “instabilità”.
Importo totale per entrambi i progetti in Sud Sudan: 10.000 euro.

Per sostenere i progetti

Bonifico bancario o Conto Corrente Postale:

Diocesi di Como – Ufficio Missioni, viale C. Battisti 8, 22100 Como
Presso la Banca Popolare di Sondrio – Como Ag. N. 1
IBAN: IT23 Y056 9610 9010 0000 9015 X65

Diocesi di Como – Ufficio Missioni
Conto Corrente Postale n. 1018603314

Specificare la causale del versamento; per evitare errori di registrazione vi invitiamo a indicare prima del nome della parrocchia, il Comune di residenza.

Per informazioni

Caritas Diocesana, via C. Battisti 8, Como
Tel. 031.3312333; info@caritascomo.it; www.caritascomo.it

Centro Missionario Diocesano, via C. Battisti 8, Como
Tel. 031.3312324; cmdcomo@centromissionariocomo.it; ufficiomissioni@diocesidicomo.it;
www.centromissionariocomo.it

 

 

 

Progetto Avvento 2015

ETIOPIA – CENTRI RURALI POLIFUNZIONALI

 

 

In Etiopia, dapprima nella capitale Addis Abeba e poi nelle zone rurali a circa 6 ore di auto dalla città, nella Diocesi del Bale, è attivo Padre Bernardo Coccia, missionario cappuccino di origini romagnole.
Da quasi venti anni la Caritas Diocesana conosce Padre Bernardo personalmente e  sostiene le attività di scolarizzazione offerte dal Centro Romagna da lui fondato attraverso adozioni a distanza che consentono ai bambini più poveri e orfani di uno o entrambi i genitori di frequentare la scuola e avere un'istruzione. Negli ultimi anni l'attività educativa si è ampliata coinvolgendo anche le zone rurali dove le scuole semplicemente non esistono. Il progetto "Pane Quotidiano" prevede la realizzazione di piccoli centri polifunzionali nelle zone più isolate prive di servizi e di luoghi di aggregazione per adulti e bambini.

Con 5.500 euro è possibile realizzare un Centro Rurale e avviarne l'attività. Già tre centri sono in funzione e due in costruzione ma il progetto complessivo è di avviarne quindici poichè il territorio della Parrocchia di Padre Bernardo è molto ampio; tutto ciò è e sarà possibile anche grazie all'attività volontaria dei catecumeni che si prestano come insegnanti per alfabetizzare i numerosissimi bambini e per animare la comunità. Il Centro rurale è luogo di incontro, di insegnamento, di preghiera.

Le attività e le risorse del Centro Rurale sono a disposizione di tutti, cristiani e musulmani e sono le uniche risorse educative in zone così isolate.

Per contribuire alla costruzione dei Centri Rurali nella diocesi del Bale in Etiopia si possono inviare offerte alla Caritas Diocesana di Como tramite:

•          versamento con bollettino postale nr. 20064226 intestato Caritas Diocesana di Como - Viale Battisti 8 - 22100 Como

•          bonifico su c/c postale - IBAN: IT 73 T 076 0110 9000 0002 0064 226 intestato Caritas Diocesana di Como  - Viale Battisti 8 - 22100 Como

•          Credito Valtellinese - IBAN: IT 95 F 05216 10900 0000 0000 5000 intestato Caritas Diocesana di Como - Viale Battisti 8 - 22100 Como - Specificando nella causale "Avvento 2015"

Ricordiamo che nella sezione "Informazione" del sito è possibile leggere e scaricare due pagine dedicate all'Avvento 2015 pubblicate su "il Settimanale della Diocesi di Como" del 28 novembre 2015 con approfondimenti sull'argomento.

 

 

 

PROGETTI DI QUARESIMA-PASQUA DI FRATERNITà 2015

"CIò CHE L'AMORE NON PUò TACERE"

 

 

Siria: sanità in prima linea

Importo: 10.000 euro

Questo progetto nasce dal bisogno di alleviare la sofferenza delle famiglie siriane vittime del conflitto, che sono rimaste in Siria. Il contributo raccolto si sommerà a quello di Caritas Ambrosiana e verrà destinato a Caritas Siria, titolare dell’intervento nel settore socio-sanitario che andrà a privilegiare i soggetti più vulnerabili come bambini, anziani e donne in gravidanza. Lo staff di Caritas Siria, una volta registrati i casi più gravi, accompagnerà le persone a effettuare le visite mediche nonchè le operazioni chirurgiche necessarie presso le strutture sanitarie ancora attive, sostenendone i costi. Il progetto è già stato avviato nel 2014 con successo, perciò è fondamentale garantirne la prosecuzione. Il progetto viene realizzato nelle regioni di Aleppo e Damasco.

 

 

Iraq: cibo e salute agli sfollati

Importo: 10.000 euro

A causa degli attacchi terroristici e dell’occupazione delle regioni a nord dell’Iraq, inclusa Mosul, la seconda città del paese, sono tantissime le famiglie costrette a fuggire e cercare salvezza in altre parti del paese, oltre che negli stati limitrofi all’Iraq. Caritas Iraq propone un progetto di sostegno alle famiglie sfollate nelle zone del paese meno servite da associazioni e realtà che prestano assistenza. Per ogni famiglia è richiesto un contributo di 40 euro che garantisce cibo (riso, olio, pasta, legumi) e il necessario per l’igiene (sapone, detersivi per bucato e stoviglie). Lo staff di Caritas Iraq effettuerà visite sul campo per implementare e monitorare il progetto, coordinandosi con le parrocchie e le diocesi del territorio in cui vivono gli sfollati.

 

Sud Sudan: istruzione e inclusione

Centro diurno per Bambini di strada a Kuajok: nella città di Kuajok,  a poche decine di kilometri da Wau, Padre Sunil, salesiano di origine indiana, è riuscito ad avviare una attività di centro diurno per i tanti bambini di strada che non hanno un posto dove lavarsi, nutrirsi, imparare a stare insieme, imparare un piccolo mestiere. A sostegno delle attività, in fase di sviluppo, del Centro e delle altre attività a favore dei piccoli sud sudanesi gestite da Padre Sunil il contributo richiesto è di 4.000 Euro.

Ristrutturazione casa per universitarie da fuori sede: nella sua attività di professore presso la facoltà di agraria dell’università di Wau, il missionario laico Matteo Perotti, originario della nostra diocesi, ha individuato una struttura in disuso all’interno del campus universitario che, con pochi interventi di ristrutturazione, può diventare – e nonostante le condizioni disagevoli lo sta già diventando – un luogo sicuro di accoglienza per le giovani ragazze che frequentano l’università ma abitano molto lontano da essa.  L’importo necessario per effettuare degli interventi di base alla struttura (sistemazione sanitari, tetto nella zona bagni, ricostruzione veranda, pannelli solari e batterie, tinteggiatura interni) tali da renderla dignitosamente abitabile da un buon numero di giovani (circa 20-25) ammonta a circa 4.500 euro.

Microcredito per studenti universitari: grazie ai progetti di Borsa Studio-Lavoro realizzati negli scorsi anni Matteo Perotti, laico missionario della nostra diocesi, ha iniziato a sostenere piccoli progetti di microcredito a favore degli studenti universitari. Questi progetti stanno dando buoni frutti e vorremmo aiutare Matteo a implementare ulteriormente lo strumento del microcredito, per attivare e responsabilizzare i giovani sud sudanesi, offrendo loro la possibilità di avviare un’attività che li renda economicamente autosufficienti. La fase iniziale del progetto prevede un contributo di 1.500 euro

 

 

Micro progetti 2014 - Sud Sudan
A piccoli passi... tante gocce per un mare di solidarietà!

 

Ci sono momenti nella vita in cui sentiamo forte il bisogno di condividere la nostra gioia e ciò che abbiamo di bello anche con chi si trova in condizioni di difficoltà.

E' bello che un Battesimo, una Comunione, una Cresima, un Matrimonio o anche semplicemente un anniversario o un altro "momento speciale" possano essere il seme di una speranza, aiutare a costruire un presente e un futuro migliore per chi sta soffrendo o sta rinunciando all'educazione, alla salute, alla dignità perché in condizioni di povertà materiale.

Caritas Diocesana lancia una proposta per fare della solidarietà e della condivisione uno stile di vita. Famiglie, singoli, classi di scuola o del catechismo, semplici gruppi di amici che vogliono dare un senso alla gioia di stare insieme nei momenti più importanti della vita come nella quotidianità.

Quattro "micro progetti" in Sud Sudan, legati dal "filo rosso" dell'Educazione come strumento per costruire un presente e un futuro migliori.

 

Piccole gocce per un mare di solidarietà!
 

>>> "Lista dei desideri" dei bambini di strada ...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Symploké: i frutti del progetto scouting lavoro Costruire integrazione partendo dal lavoro: è questo il senso del "virtuoso" progetto della Cooperativa Symploké che ha attuato nel corso del tempo percorsi di scouting aziendale per le persone accolte nelle sue strutture...
“Il peso delle armi": 
il sesto Rapporto sui conflitti dimenticati È stata presentata a Roma, nel 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la sesta edizione del rapporto di Caritas Italiana sui conflitti dimenticati. Nel 2017 i conflitti nel mondo sono stati 378; di questi, sono 20 le guerre ad elevata intensità...
Torna in parrocchia Scarp de’ tenis, il mensile della strada Da alcuni anni la rivista “Scarp de’ tenis” è distribuita anche nella diocesi di Como grazie alla collaborazione della Caritas diocesana e al lavoro - attualmente - di due venditori...
Uggiate Trevano, il CdA compie 20 anni Il Centro di Ascolto di Uggiate Trevano ha tagliato il traguardo dei vent’anni di attività. Un servizio portato avanti dall’impegno gratuito, silenzioso e costante di tanti volontari
. Un servizio prezioso e gratuito, nato
 su impulso 
delle comunità parrocchiali della zona, per andare incontro alle tante fragilità del territorio...
“Emergenza Freddo”: nuovo tendone al Centro Cardinal Ferrari di Como Nel cortile del Centro Pastorale Cardinal Ferrari di Como gli operai hanno predisposto la tensostruttura, messa a disposizione della Caritas diocesana, per aumentare il numero di posti di “Emergenza Freddo”, il servizio di accoglienza invernale per senza dimora...
CdA Cuveglio: presentata la Relazione sociale 2017 Il Centro di Ascolto "Isa Meardi" di Cuveglio (VA) ha presentato in questi giorni la propria Relazione sociale 2017 con l'intento di comunicare e condividere il lavoro svolto dal gruppo dei volontari impegnati "al servizio della Carità"...
Nuovo InformaCaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero dell'8 novembre 2018 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo InformaCaritas...
Parrocchia di S.Orsola a Como, i corsi di italiano per stranieri Nei giorni scorsi si è aperto il nuovo anno di corsi della scuola di italiano per stranieri. I locali sono quelli della parrocchia di Como-Sant’Orsola, ma ne esistono due gemmazioni: una a Rebbio, sempre presso la parrocchia, l’altra a Cernobbio...
Il Centro Diurno “L’Incontro” di Como festeggia 10 anni Su “il Settimanale della Diocesi di Como” del 25 ottobre 2018 è pubblicata una interessante pagina in occasione della ricorrenza dei 10 anni di fondazione del Centro Diurno “L’Incontro” della Caritas diocesana di Como...
Il dormitorio dei Comboniani di Rebbio cerca volontari Il dormitorio per senza dimora attivo presso i Comboniani di Rebbio cerca nuovi volontari. A lanciare l’appello tramite “il Settimanale della Diocesi di Como”, è il referente di Porta Aperta, Giuseppe Menafra...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 4 ottobre 2018 la nuova pagina Caritas...
Presentato a Roma il XXVII Rapporto Immigrazione L'edizione di quest'anno del XXVII Rapporto Immigrazione Caritas-Migrantes, dal titolo "Un linguaggio nuovo per le migrazioni", è incentrata sul valore e l’importanza di comunicare l’immigrazione con un linguaggio nuovo e aderente alla realtà...
Symploké: i toccanti racconti di Joshua ed Emmanuel Sul sito della Cooperativa sociale Symploké (www.symplokecoop.it) sono state pubblicate il 3 agosto scorso due toccanti storie di accoglienza sul nostro territorio...
Progetto CASA contro l'emergenza abitativa Sul "Settimanale" del 12 luglio è stata pubblicata una interessante pagina, a cura della giornalista Enrica Lattanzi, che fa il punto sul progetto C.A.S.A. (Comunità Aperta Solidale Accogliente) della Caritas diocesana di Como...
Giornata Mondiale dei Poveri: il messaggio del Papa “Un serio esame di coscienza” per capire chi sono davvero i poveri e se siamo davvero capaci di ascoltarli. A chiederlo è il Papa, nel messaggio per la seconda Giornata mondiale dei poveri, in programma il 18 novembre prossimo...
A Como il Negozio dell'Usato solidale: i nuovi orari Continua la sua attività a Como, in via Morazzone 17 (150 metri da via Milano), il “Negozio dell’Usato Solidale”, nato grazie all’impegno della Cooperativa “Si può fare” e altre realtà della città. I nuovi orari di apertura...
"Si può fare", nuovo negozio a Olgiate Comasco “Si Può Fare”, la Cooperativa voluta dalla Caritas diocesana e dall’associazione Ozanam per offrire opportunità lavorative a persone in difficoltà, amplia la sua attività con un nuovo negozio a Olgiate Comasco...
"Favole in viaggio. Venti storie migranti", il libro di Symploké La Cooperativa sociale Symploké ha da poco messo a punto un interessante progetto: la pubblicazione di "Favole in viaggio. Venti storie migranti". Stefano Sosio, operatore di Symploké e responsabile del progetto, ci illustra nei dettagli come è nato questo interessante libro...
Collane e bracciali solidali per il Brasile Un'iniziativa particolare a sostegno del progetto internazionale di Caritas dedicato al Brasile: la “vendita” a offerta minima di bellissime collane e braccialetti realizzati a mano dalle donne di San Paolo...
Nuovi documenti pubblicati da Caritas Italiana Numerosi nuovi dossier sulle situazioni di crisi internazionali sono leggibili e scaricabili nella sezione "Area promozione umana" del nostro sito alla pagina "Immigrazione"...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI