Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Chi Siamo > La Caritas di Como festeggia i suoi 40 anni

Chi Siamo

40 anni di Caritas

a servizio della Chiesa di Como

 

Vivere l'esperienza caritas: la bellezza di essere persone in relazione

 

Pubblichiamo l’intervento che il direttore della Caritas diocesana, Roberto Bernasconi, ha rivolto alle persone che hanno partecipato alle tre serate di festa organizzate a Morbegno, a Como e a Cuveglio in occasione dei 40 anni della Caritas diocesana di Como

 

Queste serate nascono dal bisogno di Caritas  di dare un riscontro alle nostre comunità parrocchiali del cammino che ha compiuto in questi quarant’anni, e posso dire che questo percorso di riscoperta e di accompagnamento delle persone che vivono le più variegate situazioni di povertà è stato possibile proprio perché le nostre comunità hanno sempre avuto l’attenzione alle persone che vivono la sofferenza della marginalità sia fisica sia morale.

Ritengo che in un’occasione come questa non sia importante parlare e ricordare le opere che abbiamo compiuto e le strutture a cui abbiamo dato vita; mi sembra più utile far emergere con voi le caratteristiche che contraddistinguono le persone che vivono l’esperienza di servizio in Caritas.

Sono diverse le motivazioni che avvicinano le persone all’esperienza  Caritas:  di fondo per tutti c’è sempre una forte ricerca della verità nell’accogliere  le persone in difficoltà; questo porta ad avere attenzione alla dimensione spirituale vera che non è mai slegata dalla esperienza umana e  ripensare all’uomo non solo nei suoi bisogni materiali in modo disinteressato.

L’esperienza di servizio in Caritas aiuta tutti, credenti e non, a riflettere seriamente sul senso della propria vita.

Un'altra motivazione è quella che ci fa vivere un cammino di amicizia vera che nasce dalla consapevolezza di far parte di un organismo che ha come suo metodo di lavoro quello della condivisione delle esperienze di vita da mettere a servizio.

Tutto questo percorso aiuta chi vive l’esperienza Caritas ad acquisire la capacità di vivere e apprezzare la bellezza che purtroppo non è più uno dei momenti centrali  delle  prospettive di vita  sia nella nostra società sia nelle nostre comunità parrocchiali.

Credo invece che c’è ancora tanta bellezza tra di noi, ma oramai è invisibile, è nascosta dietro una patina di efficientismo, di pragmatismo, di risultati da raggiungere, di cammini da compiere, e gli uomini e le donne del nostro tempo tutti presi da questi progetti non  hanno più il tempo e la pazienza  di fermarsi per riflettere, per osservare, e così perdono  la capacità di riscoprirla e di poterne usufruirne.

Noi che viviamo l’esperienza Caritas abbiamo la fortuna di praticare un rapporto intenso e vero con tante persone che hanno la vita faticosa; questo ci costringe a fermarci a valutare, a superare il rapporto epidermico e ad addentrarci in un rapporto vero di condivisione della vita delle persone che incontriamo  ed è solo questa condivisione che ci fa ritrovare la bellezza.

A questo punto mi chiederete in che cosa consiste questa bellezza di cui vi sto parlando; non è certo la bellezza fisica, non è quella che pensiamo di avere se possediamo tante cose alla moda possibili da comprare perché possediamo una sicurezza economica, non è neanche quella che ci dà un viaggio vissuto in posti esotici e di moda, perché questi esempi fanno parte dello stereotipo del bello che la nostra società ci propina.

Vivere l’esperienza Caritas ci fa riscoprire la vera bellezza che viene dal rapporto con le persone, dal rapporto con Dio, attraverso il servizio dell’ascolto che ci apre all’altro e ci rimette in circolo come persone protagoniste della propria vita e non schiave dei propri presunti bisogni. La bellezza vera è riscoprirsi persona in relazione.

La serata che andiamo a vivere vuole essere, oltre che momento di svago, soprattutto ricordo vivo e ringraziamento per il cammino che tante persone hanno compiuto  e  riconoscimento per quelle che ancora sono impegnate sulle strade impervie della carità.

L’impegno disinteressato di tutti questi amici - quelli che oramai sono al cospetto di Dio e si godono il premio per una vita spesa al servizio dei fratelli e chi è ancora sulla breccia e che continua il cammino mettendo a servizio le proprio qualità personali, ma sapendo lavorare  assieme agli altri - ha costruito e reso la nostra Caritas diocesana non un’entità astratta, non  un ufficio che costruisce solo progetti, ma una Caritas viva fatta di persone che hanno la capacità di condividere amore, servizio e sofferenza in una dimensione di gioia.

Vorremmo allora con queste serate ricordare innanzitutto tutte quelle persone che sul territorio della nostra Diocesi hanno creduto e hanno scommesso il loro servizio nel progetto di Caritas, che la nostra Chiesa diocesana - tra le prime in Italia - ha voluto concretizzare per mettere in pratica gli insegnamenti del Concilio.

Vorremmo dare anche testimonianza del  cammino che stiamo compiendo sulla strada della carità e dire che è un percorso non riservato solo a chi è impallinato di carità, ma è una possibilità che doniamo alla nostra Chiesa diocesana di cui ci sentiamo strumento, perché anche attraverso il nostro impegno possa essere  sempre più Chiesa accanto agli uomini di oggi e sappia sempre più testimoniare la bellezza di essere seguaci di Cristo nel praticare e trasmettere la bellezza del suo amore nel nostro tempo.

 

Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana    

 

 

 

Volantino per le festa dei 40 anni

(clicca sulla foto per ingrandire)

VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Symploké: i frutti del progetto scouting lavoro Costruire integrazione partendo dal lavoro: è questo il senso del "virtuoso" progetto della Cooperativa Symploké che ha attuato nel corso del tempo percorsi di scouting aziendale per le persone accolte nelle sue strutture...
“Il peso delle armi": 
il sesto Rapporto sui conflitti dimenticati È stata presentata a Roma, nel 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la sesta edizione del rapporto di Caritas Italiana sui conflitti dimenticati. Nel 2017 i conflitti nel mondo sono stati 378; di questi, sono 20 le guerre ad elevata intensità...
Torna in parrocchia Scarp de’ tenis, il mensile della strada Da alcuni anni la rivista “Scarp de’ tenis” è distribuita anche nella diocesi di Como grazie alla collaborazione della Caritas diocesana e al lavoro - attualmente - di due venditori...
Uggiate Trevano, il CdA compie 20 anni Il Centro di Ascolto di Uggiate Trevano ha tagliato il traguardo dei vent’anni di attività. Un servizio portato avanti dall’impegno gratuito, silenzioso e costante di tanti volontari
. Un servizio prezioso e gratuito, nato
 su impulso 
delle comunità parrocchiali della zona, per andare incontro alle tante fragilità del territorio...
“Emergenza Freddo”: nuovo tendone al Centro Cardinal Ferrari di Como Nel cortile del Centro Pastorale Cardinal Ferrari di Como gli operai hanno predisposto la tensostruttura, messa a disposizione della Caritas diocesana, per aumentare il numero di posti di “Emergenza Freddo”, il servizio di accoglienza invernale per senza dimora...
CdA Cuveglio: presentata la Relazione sociale 2017 Il Centro di Ascolto "Isa Meardi" di Cuveglio (VA) ha presentato in questi giorni la propria Relazione sociale 2017 con l'intento di comunicare e condividere il lavoro svolto dal gruppo dei volontari impegnati "al servizio della Carità"...
Nuovo InformaCaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero dell'8 novembre 2018 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo InformaCaritas...
Parrocchia di S.Orsola a Como, i corsi di italiano per stranieri Nei giorni scorsi si è aperto il nuovo anno di corsi della scuola di italiano per stranieri. I locali sono quelli della parrocchia di Como-Sant’Orsola, ma ne esistono due gemmazioni: una a Rebbio, sempre presso la parrocchia, l’altra a Cernobbio...
Il Centro Diurno “L’Incontro” di Como festeggia 10 anni Su “il Settimanale della Diocesi di Como” del 25 ottobre 2018 è pubblicata una interessante pagina in occasione della ricorrenza dei 10 anni di fondazione del Centro Diurno “L’Incontro” della Caritas diocesana di Como...
Il dormitorio dei Comboniani di Rebbio cerca volontari Il dormitorio per senza dimora attivo presso i Comboniani di Rebbio cerca nuovi volontari. A lanciare l’appello tramite “il Settimanale della Diocesi di Como”, è il referente di Porta Aperta, Giuseppe Menafra...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 4 ottobre 2018 la nuova pagina Caritas...
Presentato a Roma il XXVII Rapporto Immigrazione L'edizione di quest'anno del XXVII Rapporto Immigrazione Caritas-Migrantes, dal titolo "Un linguaggio nuovo per le migrazioni", è incentrata sul valore e l’importanza di comunicare l’immigrazione con un linguaggio nuovo e aderente alla realtà...
Symploké: i toccanti racconti di Joshua ed Emmanuel Sul sito della Cooperativa sociale Symploké (www.symplokecoop.it) sono state pubblicate il 3 agosto scorso due toccanti storie di accoglienza sul nostro territorio...
Progetto CASA contro l'emergenza abitativa Sul "Settimanale" del 12 luglio è stata pubblicata una interessante pagina, a cura della giornalista Enrica Lattanzi, che fa il punto sul progetto C.A.S.A. (Comunità Aperta Solidale Accogliente) della Caritas diocesana di Como...
Giornata Mondiale dei Poveri: il messaggio del Papa “Un serio esame di coscienza” per capire chi sono davvero i poveri e se siamo davvero capaci di ascoltarli. A chiederlo è il Papa, nel messaggio per la seconda Giornata mondiale dei poveri, in programma il 18 novembre prossimo...
A Como il Negozio dell'Usato solidale: i nuovi orari Continua la sua attività a Como, in via Morazzone 17 (150 metri da via Milano), il “Negozio dell’Usato Solidale”, nato grazie all’impegno della Cooperativa “Si può fare” e altre realtà della città. I nuovi orari di apertura...
"Si può fare", nuovo negozio a Olgiate Comasco “Si Può Fare”, la Cooperativa voluta dalla Caritas diocesana e dall’associazione Ozanam per offrire opportunità lavorative a persone in difficoltà, amplia la sua attività con un nuovo negozio a Olgiate Comasco...
"Favole in viaggio. Venti storie migranti", il libro di Symploké La Cooperativa sociale Symploké ha da poco messo a punto un interessante progetto: la pubblicazione di "Favole in viaggio. Venti storie migranti". Stefano Sosio, operatore di Symploké e responsabile del progetto, ci illustra nei dettagli come è nato questo interessante libro...
Collane e bracciali solidali per il Brasile Un'iniziativa particolare a sostegno del progetto internazionale di Caritas dedicato al Brasile: la “vendita” a offerta minima di bellissime collane e braccialetti realizzati a mano dalle donne di San Paolo...
Nuovi documenti pubblicati da Caritas Italiana Numerosi nuovi dossier sulle situazioni di crisi internazionali sono leggibili e scaricabili nella sezione "Area promozione umana" del nostro sito alla pagina "Immigrazione"...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI