Skip Navigation LinksCaritasComo.it > La Fondazione Caritas > Fondo dona Lavoro

La Fondazione Caritas

Fondo Dona Lavoro



 

 

FONDO DONA LAVORO: UN AIUTO CONCRETO ALLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ, 
CHE LE PARROCCHIE DELLA DIOCESI NON POSSONO PERDERE.




IMPORTANTI NOVITÀ PER USUFRUIRE DI QUESTA OPPORTUNITÀ “SCACCIACRISI”:
RACCOLTI FINORA OLTRE 128.000 EURO.
SI AMPLIA L’OFFERTA CHE VIENE RINNOVATA PER TUTTO IL 2017

 

Sono trascorsi oltre due anni dalla nascita del progetto “Fondo Dona Lavoro”, l’iniziativa con cui la Fondazione Caritas “Solidarietà e Servizio” Onlus mette a disposizione delle parrocchie della Diocesi di Como fondi per sostenere famiglie e persone che hanno perso il lavoro o che non dispongono di redditi adeguati a causa della crisi economica che tuttora attanaglia il nostro territorio.

È tempo, quindi, di aggiornare alcuni dati e tracciare un piccolo bilancio di questo progetto che, alla sua nascita, si era affiancato al “Fondo di Solidarietà Famiglia-Lavoro” voluto dalla stessa Diocesi sin dal 2009 e oggi definitivamente chiuso.

I dati più recenti confermano l’estrema positività del Fondo Dona Lavoro: sono 50 le realtà parrocchiali della Diocesi che lo hanno utilizzato in modo proficuo. E ciò ha convinto i promotori a rilanciare l’iniziativa anche per tutto il 2017.
Inoltre, le stesse parrocchie che hanno finora già speso 2.000 euro hanno la possibilità di usufruire di altri 1.000 euro per incrementare l’aiuto già prestato. E ciò sin da subito.

In estrema sintesi - lo ricordiamo - il sostegno si concretizza mediante la richiesta da parte delle parrocchie di prestazioni lavorative occasionali (come l’imbiancatura di alcuni locali, piccoli lavori di manutenzione, cura dell'ambiente e così via) che sono retribuite mediante i buoni lavoro (voucher) dell’Inps.

Fino a oggi (10 ottobre 2016, ndr) sono 50 le parrocchie che hanno usufruito di questa opportunità, utilizzando 69.568 euro (rimborsati dal Fondo Dona Lavoro) per pagare lavori già eseguiti.
Altre 19 parrocchie hanno prenotato l’utilizzo dei voucher e ciò fa ben sperare sulla continuità a medio e lungo termine dell’iniziativa che - lo ricordiamo - può svilupparsi pienamente grazie alla conoscenza e alla sensibilità di chi sul territorio è “sentinella della crisi”, ovvero le stesse parrocchie e tutte le persone di “buona volontà” che sanno cogliere il disagio e le difficoltà nelle varie comunità.

Si sottolinea, inoltre, che attualmente sono ancora disponibili sul fondo 58.432 euro (ricordiamo che dall’inizio del progetto sono stati raccolti complessivamente 128.000 euro) che possono essere erogati in tempo reale e distribuiti in modo equo in base alle diverse esigenze.

Ma non è tutto. Come già evidenziato sopra, ricordiamo che il “Fondo di Solidarietà Famiglia-Lavoro”, voluto dalla Diocesi e operante sin dal 2009, è stato definitivamente chiuso, lasciando disponibili 39.500 euro che sono confluiti nel Fondo Dona Lavoro, ampliando così l’utilizzo di questa importante opportunità economica.

Si invitano, quindi, tutte le parrocchie della Diocesi a cogliere questa occasione, poiché queste realtà - come sostiene il direttore della Caritas diocesana, Roberto Bernasconi - sono luoghi privilegiati di solidarietà, e gli stessi parroci attenti promotori di azioni di aiuto e sensibilizzazione anche nei confronti dell’intera comunità.

Infine, mettiamo in evidenza un’ulteriore possibilità per facilitare la fruizione di questo vero e proprio volano “scacciacrisi”. È possibile che le stesse parrocchie individuino uno o più soggetti terzi (privati o aziende) disposti a intrattenere un rapporto di lavoro con il prestatore. In questo caso la parrocchia raccoglierà la documentazione relativa all’effettivo utilizzo dei voucher da parte del soggetto committente e provvederà a bonificare la cifra corrispondente attraverso la modalità della donazione.

 

 

 

Con il fondo dona lavoro un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà

 

 

La Caritas diocesana di Como mette a disposizione delle parrocchie fondi per sostenere chi ha perso l'occupazione o non ha più redditi adeguati a causa della crisi economica.

«È la logica del dono che trova compimento anche nel campo dell'economia». Prendendo spunto dall'enciclica sociale “Caritas in veritate” di Benedetto XVI, Miro Fiordi, amministratore delegato del Credito Valtellinese, ha presentato giovedì 11 dicembre 2014, al Centro pastorale Card. Ferrari di Como, il progetto “Fondo Dona Lavoro” con cui la Fondazione Caritas “Solidarietà e Servizio” Onlus mette a disposizione delle parrocchie della Diocesi di Como fondi per sostenere famiglie e persone che hanno perso il lavoro o che non dispongono di redditi adeguati.

L'importante iniziativa ha così l'ambizione di dare una risposta urgente e concreta al dramma - sempre più frequente - di persone e famiglie messe in ginocchio da questa crisi economica che non sembra più arrestarsi. Lo stesso direttore della Caritas diocesana, Roberto Bernasconi e il direttore della Fondazione Caritas “Solidarietà e Servizio” Onlus, Massimiliano Cossa, presenti all'incontro, hanno ribadito questo concetto e hanno posto l'accento sulla “novità” di dare un aiuto economico, valorizzando la dignità delle persone, offrendo loro opportunità di “piccoli lavori di cura” della comunità locale pagati regolarmente attraverso lo strumento dei buoni lavoro (voucher) dell'Inps, un sistema retributivo che oltretutto - come ha ribadito lo stesso direttore della Caritas - fa evitare la pratica del lavoro nero affermando il concetto di legalità anche per questo tipo di occupazioni.

Ma come funziona questo progetto?

In estrema sintesi, l'istituto di credito valtellinese emette un “social bond” (per la prima volta nella sua storia), un prestito obbligazionario sociale denominato “Social Bond per Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus” della Diocesi di Como per un ammontare complessivo di 5 milioni di euro. Lo 0,50% del valore nominale collocato del prestito obbligazionario sarà così devoluto per sostenere il “Fondo Dona Lavoro”. Le somme raccolte saranno messe a disposizione delle parrocchie della Diocesi (vere e proprie “sentinelle della crisi”) affinché possano sostenere famiglie e persone che hanno perso il lavoro o che non dispongono di redditi adeguati, trasformandole in ore di lavoro.

Il sostegno si concretizzerà mediante la richiesta da parte delle stesse parrocchie di prestazioni lavorative occasionali (come l’imbiancatura di alcuni locali, piccoli lavori di manutenzione, cura dell'ambiente e così via) che saranno retribuite - come detto - mediante i buoni lavoro (voucher) dell’Inps.

La Caritas, attraverso i fondi dell'8x1000, ha stanziato 25mila euro per avviare il fondo. Ricordiamo che l’importo corrisposto dalla banca, in caso di collocamento dell’intero ammontare del “social bond”, garantirebbe la copertura iniziale di 2.500 ore di lavoro (ovvero 25mila euro al “Dona Lavoro”), permettendo così di raddoppiare la cifra iniziale, grazie al coinvolgimento dei risparmiatori, per i quali non vi sarà alcun ricarico, poiché sarà lo stesso istituto a versare il contributo alla Caritas.

Le obbligazioni emesse dal Credito Valtellinese possono essere sottoscritte fino al 16 gennaio 2015, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta.

«Voglio sottolineare - ha affermato Roberto Bernasconi - che questa iniziativa rende le parrocchie luoghi privilegiati di solidarietà e i parroci attenti promotori di azioni di aiuto e sensibilizzazione anche nei confronti dell'intera comunità. La nostra speranza è che in breve tempo possano essere aiutate almeno 50 famiglie».

È possibile, inoltre, sostenere direttamente il Fondo Dona Lavoro effettuando una donazione mediante un bonifico su conto corrente bancario

Credito Valtellinese – IBAN ITIT47 Y 05216 10900 0000 0001 1500.

 

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Internet del Credito Valtellinese: www.creval.it

Ricordiamo, inoltre, che il 20 dicembre 2014 è stata pubblicata un'intera pagina Caritas dedicata a questo argomento su "il Settimanale della Diocesi di Como".

La pagina, in formato pdf, è leggibile e scaricabile sul nostro sito nella sezione "Informazione" (Archivio).   

 

Di seguito sono allegati e scaricabili i moduli, inviati alle Parrocchie, con le istruzioni operative, le finalità e gli obiettivi del progetto, nonché copia dei modelli per le procedure con l'Inps e la richiesta di rimborso/contributo alla Fondazione Caritas.

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

SalvaSalva

VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Symploké: i frutti del progetto scouting lavoro Costruire integrazione partendo dal lavoro: è questo il senso del "virtuoso" progetto della Cooperativa Symploké che ha attuato nel corso del tempo percorsi di scouting aziendale per le persone accolte nelle sue strutture...
“Il peso delle armi": 
il sesto Rapporto sui conflitti dimenticati È stata presentata a Roma, nel 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la sesta edizione del rapporto di Caritas Italiana sui conflitti dimenticati. Nel 2017 i conflitti nel mondo sono stati 378; di questi, sono 20 le guerre ad elevata intensità...
Torna in parrocchia Scarp de’ tenis, il mensile della strada Da alcuni anni la rivista “Scarp de’ tenis” è distribuita anche nella diocesi di Como grazie alla collaborazione della Caritas diocesana e al lavoro - attualmente - di due venditori...
Uggiate Trevano, il CdA compie 20 anni Il Centro di Ascolto di Uggiate Trevano ha tagliato il traguardo dei vent’anni di attività. Un servizio portato avanti dall’impegno gratuito, silenzioso e costante di tanti volontari
. Un servizio prezioso e gratuito, nato
 su impulso 
delle comunità parrocchiali della zona, per andare incontro alle tante fragilità del territorio...
“Emergenza Freddo”: nuovo tendone al Centro Cardinal Ferrari di Como Nel cortile del Centro Pastorale Cardinal Ferrari di Como gli operai hanno predisposto la tensostruttura, messa a disposizione della Caritas diocesana, per aumentare il numero di posti di “Emergenza Freddo”, il servizio di accoglienza invernale per senza dimora...
CdA Cuveglio: presentata la Relazione sociale 2017 Il Centro di Ascolto "Isa Meardi" di Cuveglio (VA) ha presentato in questi giorni la propria Relazione sociale 2017 con l'intento di comunicare e condividere il lavoro svolto dal gruppo dei volontari impegnati "al servizio della Carità"...
Nuovo InformaCaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero dell'8 novembre 2018 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo InformaCaritas...
Parrocchia di S.Orsola a Como, i corsi di italiano per stranieri Nei giorni scorsi si è aperto il nuovo anno di corsi della scuola di italiano per stranieri. I locali sono quelli della parrocchia di Como-Sant’Orsola, ma ne esistono due gemmazioni: una a Rebbio, sempre presso la parrocchia, l’altra a Cernobbio...
Il Centro Diurno “L’Incontro” di Como festeggia 10 anni Su “il Settimanale della Diocesi di Como” del 25 ottobre 2018 è pubblicata una interessante pagina in occasione della ricorrenza dei 10 anni di fondazione del Centro Diurno “L’Incontro” della Caritas diocesana di Como...
Il dormitorio dei Comboniani di Rebbio cerca volontari Il dormitorio per senza dimora attivo presso i Comboniani di Rebbio cerca nuovi volontari. A lanciare l’appello tramite “il Settimanale della Diocesi di Como”, è il referente di Porta Aperta, Giuseppe Menafra...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 4 ottobre 2018 la nuova pagina Caritas...
Presentato a Roma il XXVII Rapporto Immigrazione L'edizione di quest'anno del XXVII Rapporto Immigrazione Caritas-Migrantes, dal titolo "Un linguaggio nuovo per le migrazioni", è incentrata sul valore e l’importanza di comunicare l’immigrazione con un linguaggio nuovo e aderente alla realtà...
Symploké: i toccanti racconti di Joshua ed Emmanuel Sul sito della Cooperativa sociale Symploké (www.symplokecoop.it) sono state pubblicate il 3 agosto scorso due toccanti storie di accoglienza sul nostro territorio...
Progetto CASA contro l'emergenza abitativa Sul "Settimanale" del 12 luglio è stata pubblicata una interessante pagina, a cura della giornalista Enrica Lattanzi, che fa il punto sul progetto C.A.S.A. (Comunità Aperta Solidale Accogliente) della Caritas diocesana di Como...
Giornata Mondiale dei Poveri: il messaggio del Papa “Un serio esame di coscienza” per capire chi sono davvero i poveri e se siamo davvero capaci di ascoltarli. A chiederlo è il Papa, nel messaggio per la seconda Giornata mondiale dei poveri, in programma il 18 novembre prossimo...
A Como il Negozio dell'Usato solidale: i nuovi orari Continua la sua attività a Como, in via Morazzone 17 (150 metri da via Milano), il “Negozio dell’Usato Solidale”, nato grazie all’impegno della Cooperativa “Si può fare” e altre realtà della città. I nuovi orari di apertura...
"Si può fare", nuovo negozio a Olgiate Comasco “Si Può Fare”, la Cooperativa voluta dalla Caritas diocesana e dall’associazione Ozanam per offrire opportunità lavorative a persone in difficoltà, amplia la sua attività con un nuovo negozio a Olgiate Comasco...
"Favole in viaggio. Venti storie migranti", il libro di Symploké La Cooperativa sociale Symploké ha da poco messo a punto un interessante progetto: la pubblicazione di "Favole in viaggio. Venti storie migranti". Stefano Sosio, operatore di Symploké e responsabile del progetto, ci illustra nei dettagli come è nato questo interessante libro...
Collane e bracciali solidali per il Brasile Un'iniziativa particolare a sostegno del progetto internazionale di Caritas dedicato al Brasile: la “vendita” a offerta minima di bellissime collane e braccialetti realizzati a mano dalle donne di San Paolo...
Nuovi documenti pubblicati da Caritas Italiana Numerosi nuovi dossier sulle situazioni di crisi internazionali sono leggibili e scaricabili nella sezione "Area promozione umana" del nostro sito alla pagina "Immigrazione"...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI