NUOVO SITO CARITAS COMO: http://caritas.diocesidicomo.it/
Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Area Internazionale > I progetti sostenuti dalla Caritas diocesana > Archivio progetto

Area Internazionale

Archivio progetti

 

 

 

 

QUARESIMA-PASQUA DI FRATERNITÀ 2014
"SULLE STRADE DEL MONDO "... CAMMINAVA CON LORO" (LC 24,15)

 

La Caritas Diocesana promuove il sostegno ai seguenti progetti:

 

SUD SUDAN: sono ormai otto anni che la Caritas di Como sostiene la Diocesi di Wau in Sud Sudan, dapprima con interventi economici per la realizzazione di progetti in ambito educativo e delle comunicazioni, poi con l’invio di persone che si sono messe completamente a servizio della Diocesi africana.

Grazie all’attività in loco di Matteo Perotti, laico missionario e membro dell’area internazionale della Caritas di Como, si propone la prosecuzione, per il terzo anno, del progetto Borse di Studio e Lavoro con le quali gli studenti della facoltà di Agraria dell’Università cattolica del Sud Sudan possono “imparare facendo”. Gli alunni di Matteo, che svolge a Wau anche l’attività di insegnamento universitario, sono molto grati della possibilità di sperimentare attivamente le loro competenze e i risultati sono incoraggianti.
La somma necessaria per l’anno 2014 è di 5000 euro.

 

IRAQ: in seguito alla visita di Mons. Warduni, Vescovo di Baghdad e Presidente di Caritas Iraq e di una delegazione irachena alla nostra Diocesi, la scorsa estate, la Caritas Diocesana promuove il supporto alle attività promosse dai colleghi Iracheni, pur in un contesto di grande incertezza e violenza. In particolare Caritas Iraq propone alla nostra Diocesi di sostenere il programma relativo alla formazione dei volontari e alla promozione del processo di pace.

Sono previsti tre tipi di azioni:
1. Corsi di cucito, ricamo, cucina per le mamme di nuclei in difficoltà, al fine di aumentare le loro possibilità di auto-mantenimento. Alla fine dei corsi verranno anche distribuite alcune macchine da cucire e frigoriferi a chi non li possiede. Questi corsi durano 10 giorni e sono divisi in una parte teorica e una pratica.
2. Corsi e approfondimenti sui diritti umani, il rispetto delle leggi, il dialogo e l’accettazione dell’altro.
3. Attività sportive e artistiche per incoraggiare i giovani nello stare insieme, integrarsi e accettarsi reciprocamente.

La somma necessaria per sostenere queste attività, che coinvolgeranno circa 170 persone, è di 10.000 euro.

 

PALESTINA, estate in Parrocchia ad Aboud

Il villaggio di Aboud è distante 45 km da Gerusalemme nella parte ovest della West Bank. Dai primi anni duemila, la costruzione del muro di separazione e la presenza di diversi posti di blocco (da parte di Israele) hanno isolato la popolazione locale impedendole l’accesso ai presidi sanitari e gran parte della libertà di movimento. La parrocchia si estende nel quartiere cristiano e funziona dal 1910.

Il progetto, proposto tramite Caritas Gerusalemme, riguarda la realizzazione nel villaggio di Aboud di un campo estivo parrocchiale per 200 bambini e ragazzi dai 6 ai 15 anni, con attività ludiche ed educative che consentano ai giovani di imparare a stare in gruppo e conoscere meglio la realtà in cui vivono, segnata profondamente dal conflitto israelo-palestinese. Il campo si svolgerebbe durante il mese di luglio 2014, per quattro settimane, con attività sportive, musicali, religiose e gite di istruzione. Normalmente in Aboud non ci sono occasioni ricreative per i bambini, soprattutto nel periodo di chiusura estiva delle scuole.

Consentire a un bambino di Aboud di frequentare il campo estivo per un mese costa 30 euro (un euro al giorno).

La somma necessaria per permettere a tutti i 200 bambini di frequentare il centro è di 6.000 euro.

 

 

 

QUARESIMA-PASQUA DI FRATERNITA’ 2013:

I SUOI PASSI TRACCERANNO IL CAMMINO (SAL 85,14)

 

Attraverso la raccolta fondi di Quaresima-Pasqua 2013 vengono finanziati i progetti proposti dal Centro Missionario Diocesano (nelle missioni in Cameroun e Perù ma anche in Siria e Kenya a supporto di missionari originari della Diocesi di Como) e dalla Caritas Diocesana.

La Caritas di Como promuove due progetti in Africa, nel campo del diritto allo studio e della formazione, e uno in Italia, nell’ambito della prevenzione del disagio giovanile.

Ogni progetto nasce dalla conoscenza diretta della realtà che beneficerà degli interventi economici da parte di testimoni privilegiati strettamente legati alla Caritas Diocesana di Como.

 

SUD SUDAN: studio e lavoro.

In Sud Sudan, indipendente dal luglio 2011 dopo una lunga guerra contro il Sudan musulmano, la produzione agricola stenta a decollare per molte cause: insicurezza nelle campagne, mancanza di infrastrutture, estrema povertà, arretratezza tecnologica e ostacoli culturali presenti in alcune aree rurali. Nel 2009 la Chiesa sudsudanese ha avviato a Wau la Facoltà di Agricoltura dell'Università Cattolica del Sud Sudan per formare professionisti in grado di gestire un cambiamento non solo tecnico ma anche culturale nel paese. La Caritas Diocesana si fa portavoce di Matteo Perotti, laico missionario comasco che da più di due anni opera a Wau,  nel richiedere un aiuto economico per sostenere un micro-progetto agricolo. Questo permetterà agli studenti più motivati di toccare con mano e gestire tutti gli aspetti di un progetto agricolo, sperimentando le nozioni apprese nei corsi teorici. Si potranno così migliorare le tecniche di coltivazione e quindi le condizioni di vita dei contadini beneficiari del progetto.

Grazie ai fondi raccolti nella Quaresima 2012 il progetto è stato avviato; per garantirne la prosecuzione anche nel 2013 è richiesto un contributo di 5000 Euro.

 

 

ERITREA: una bicicletta per studiare.

A Massaua gli studenti della Scuola San Francesco abitano lontano dalla scuola e non è al momento possibile organizzare un servizio di Scuolabus, anche per via delle difficoltà di approvvigionamento del petrolio da autotrasporto in Eritrea. Padre Protasio Delfini, insieme all’Associazione “Il granello di senape Onlus”, ha pensato di donare a ogni studente della scuola (circa 800…) una bicicletta, che al termine del periodo di studi resterà in suo possesso. In bicicletta tutti gli studenti potranno raggiungere la scuola e spostarsi per la città velocemente e con poca fatica. Con 65 euro è possibile acquistare una bicicletta che verrà destinata a uno studente della scuola San Francesco (la cifra comprende trasporto, montaggio e tasse locali).

Contributo: euro 6500 per 100 biciclette.

 

 

Un pulmino per LICOLA  MARE (Pozzuoli)

Da due anni a Licola Mare, quartiere sul litorale in periferia di Pozzuoli, è in atto un progetto  di animazione,  prevenzione, educazione a favore dei bambini e dei ragazzi residenti, grazie alla collaborazione tra Caritas Diocesana di Pozzuoli e Congregazione Figlie della Presentazione di Maria SS al Tempio. A questo progetto hanno contribuito attivamente anche due giovani ragazze della Diocesi di Como che hanno dedicato un anno al servizio volontario presso la Caritas di Pozzuoli.

Al fine di consentire ai ragazzi di frequentare le attività del progetto è stato necessario dotarsi di un pulmino (usato) per trasportarli gratuitamente agli incontri di catechesi  nella parrocchia  e nei  luoghi di animazione.

Questo aiuto è fondamentale per le famiglie che altrimenti non riuscirebbero a far partecipare i propri figli alle attività educative in Parrocchia, ma  il “LicolaBUS” necessita di assicurazione, manutenzione e  carburante per poter assolvere alla sua funzione primaria: consentire ai bambini e ai ragazzi che vivono situazioni di povertà e degrado di partecipare a un progetto che li aiuti a crescere in modo sano e a riscattarsi.

Il contributo richiesto è di Euro 10.000.

 

 

La raccolta di Quaresima-Pasqua 2013 servirà anche ad avviare la Caritas dove ancora non esiste, come nella Parrocchia di San Pedro de Carabayllo, a Lima, nell’ambito della  missione Diocesana in Perù.

 

 

 

PERU’: la Caritas nella Missione Diocesana.

Creazione della Caritas nella Parrocchia di San Pedro a Carabayllo, Lima, nella missione diocesana. Il progetto prevede un intervento sociale a favore delle persone e delle famiglie indigenti offrendo un servizio in ambito sanitario e giuridico. Il progetto di assistenza e consulenza legale e sanitaria prevede il coinvolgimento di volontari, professionisti e non, di ogni parrocchia e di un assistente sociale professionale con il ruolo di coordinatore. I due obiettivi principali dell'attività della Caritas saranno l'Accoglienza della persona indigente e la sua Promozione sociale. Il ruolo attivo della comunità cristiana sarà fondamentale. I costi del progetto includono: due anni di retribuzione del Coordinatore-Assistente Sociale professionista, computer e stampante, mobilio, carta, fondi per la formazione dei volontari.

Il contributo richiesto è di Euro 30.000.

 

 

 

Per contribuire ai progetti di Quaresima-Pasqua 2013 si può effettuare un bonifico bancario, specificando la causale del versamento, intestato a:

Diocesi di Como- Ufficio Missioni

Viale Cesare Battisti, 8 - 22100 Como

presso la Banca Popolare di Sondrio - Como Ag.n. 1

IBAN: IT23 Y056 9610 9010 0000 9015 X65

per info consultare anche il sito del Centro Missionario Diocesano - http://www.centromissionariocomo.it/

 

 

RENDICONTAZIONE PROGETTI AVVENTO 2010 E QUARESIMA 2012

 

Burkina Faso- Diocesi di Dedougou, Villaggio di Gossina

A Gossina il centro sociale e culturale realizzato con i fondi raccolti durante l’Avvento 2010 ha visto realizzarsi, grazie a 10.000 euro raccolti nella Quaresima – Pasqua di Fraternità 2012, tre laboratori professionali: falegnameria, saldatura, tessitura (e tintura). Sono state acquistate le attrezzature necessarie e attrezzati i laboratori, a partire dal mese di luglio 2012. Questo mese (Gennaio 2013) sono iniziate le attività che vedono coinvolti quindici giovani, uomini e donne. Tre formatori provenienti da Dedougou sono attualmente a Gossina e si fermeranno un mese per insegnare le diverse attività agli apprendisti. Nella prima settimana di attività sono state prodotte una porta, alcune finestre, sedie, tavoli, panche e tessuti per vestiti tipici africani.

Burkina Faso – Diocesi di Dedougou, Villaggio di Wakara

Grazie alle raccolte di Avvento 2009 e 2010 era stato costruito e attrezzato un centro per persone disabili riunite nell’associazione “Un giorno verrà” presso il quale circa un anno fa è stata avviata la produzione – ad opera degli ospiti del centro – di saponi artigianali, liquidi e solidi. Il primo lotto di saponi è stato quasi interamente venduto e ha garantito all’associazione un piccolo guadagno di circa 760 euro. Il 3 dicembre 2012 è nuovamente iniziata la produzione di sapone, che si protrarrà fino a giugno 2013. Il risultato di questa attività artigianale è fondamentale per la comunità di Wakara non tanto dal punto di vista economico ma da quello dell’integrazione e valorizzazione delle persone disabili riunite nell’associazione. Da soggetti passivi e bisognosi di aiuto i disabili sono diventati protagonisti della crescita e dello sviluppo del loro villaggio.

Sud Sudan – Diocesi di Wau

Riportiamo la testimonianza di Enrica Valentini, volontaria Caritas da 3 anni e mezzo Responsabile di Radio Voice of Hope, a Wau. La Radio è stata finanziata anche grazie alle raccolte di Avvento 2010 e Quaresima 2012.

“La ristrutturazione della sede di Radio Voice of Hope si è conclusa alla fine di febbraio 2011. Dall'inizio di marzo 2011 sessioni intensive di formazione si sono tenute nella nuova sede. Quattro ragazzi e quattro ragazze hanno incominciato a imparare come fare la radio: come ideare e realizzare un programma, come raccogliere e scrivere notizie, come dar voce a un programma, come condurre interviste, come realizzare sondaggi per verificare gli interessi del pubblico e coinvolgere la comunità.

Nel mese di luglio 2011 i primi membri del personale sono stati ufficialmente impiegati e hanno iniziato a progettare e realizzare semplici programmi. I giornalisti hanno iniziato a produrre notizie che sono state inviate Juba da condividere con le altre stazioni del Catholic Radio Network. Ad agosto 2011 sono stati allestiti gli studi e sono stati avviati i lavori per la costruzione della torre su cui collocare le antenne e l’installazione del sistema di trasmissione. Radio Voice of Hope ha cominciato a trasmettere l’8 ottobre 2011. La radio ha una copertura su un’area di circa 100-150 km di raggio attorno alla città di Wau, e raggiunge circa 800.000 potenziali ascoltatori. Durante i primi tre mesi di test, voce di Radio Speranza in onda 2 ore al giorno. A partire da gennaio 2012, le ore giornaliere di trasmissione sono salite a 5 ore al giorno; da maggio a settembre 2012, Voice of Hope ha trasmesso 10 ore al giorno da lunedì a venerdì. Dal 1 di ottobre 2012, Voice of Hope trasmette 6 ore e mezza ogni giorno da lunedì a venerdì e 4 ore al giorno il sabato e la domenica.

Voice of Hope produce e trasmette programmi, registrati o in diretta, in diversi campi di interesse: questioni sociali, sanità, istruzione, educazione civica, informazione. Voice of Hope trasmette programmi prodotti da altre organizzazioni che condividono gli stessi valori e obiettivi del Catholic Radio Network. Tutti i programmi servono allo scopo di contribuire al benessere (morale, spirituale e materiale) della comunità. Al momento 15 persone lavorano a Voice of Hope, 6 donne e 9 uomini. Ogni giorno la radio produce 2 notiziari, uno in inglese e uno in arabo.

La popolazione locale apprezza il lavoro della radio ed esprime interesse per le sue attività. Gli ascoltatori partecipano regolarmente ai programmi in diretta con telefonate. Alcuni ascoltatori vengono personalmente alla radio per fornire commenti e suggerimenti su programmi e attività. I notiziari sono il programma più apprezzato, per la loro chiarezza, regolarità e per il fatto di essere radicati nella realtà locale. Anche le organizzazioni e le istituzioni locali apprezzano il lavoro della radio e sempre più spesso  richiedono di poter collaborare con la radio per promuovere le loro iniziative.”

Anche Matteo Perotti, volontario Caritas impegnato nella Diocesi di Wau da gennaio 2011, in ambito educativo, ha potuto realizzare, grazie ai fondi raccolti durante la Quaresima 2012, la prima parte di un progetto di formazione-lavoro destinato ai giovani studenti della facoltà di Agraria dell’Università Cattolica del Sud Sudan, presso la quale sta attualmente insegnando.

Gli studenti sono entusiasti di questo primo esperimento di micro-progetti di sviluppo rurale e Matteo ha proposto di continuare a sovvenzionare questa attività formativa attraverso la raccolta fondi di Quaresima 2013.

 

 

VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Da oggi la Caritas diocesana ha un nuovo numero telefonico Vi informiamo che da oggi il nuovo numero telefonico della Caritas diocesana di Como è: 031.0353533...
Stop ai cassonetti vestiti usati: comunicazione Caritas La Caritas diocesana di Como, forte di una collaborazione in questo settore con il Comune di Como che dura dal 2001, esprime profondo rammarico per la fine di questo rapporto...
“Brasile: democrazia in pericolo?”, incontro a Como Dal 19 al 29 giugno 2019 allo Spazio Natta di via Natta 18 a Como si terranno due mostre fotografiche sul Movimento Sem Terra che in Brasile lotta per la riforma agraria e per i diritti delle comunità rurali...
A Piona giornata formativa operatori caritas Come ogni anno è consuetudine, si è tenuta giovedì 6 giugno 2019, presso la suggestiva Abbazia di Piona, una giornata formativa e di condivisione per gli operatori della Caritas diocesana...
“Venezuela, tra Maduro e il futuro” lunedì 17 giugno incontro a Chiavenna La Comunità Pastorale di Chiavenna e Prata Camportaccio, con il sostegno della Caritas diocesana di Como, organizzano l’incontro “Venezuela, tra Maduro e il futuro” lunedì 17 giugno, alle 20.45, al Cineteatro Victoria di Chiavenna...
Servizi Caritas: le relazioni sociali 2018 Continua la pubblicazione delle Relazioni Sociali relative all’anno 2018 dei servizi Caritas. Di seguito pubblichiamo il documento del Centro di Ascolto di Mandello del Lario, Tremezzo, Cunardo e quello relativo ai servizi Caritas della Valchiavenna...
La "Rotta Fantasma": giovedì 13 giugno incontro a Como Balkan Route-La Rotta Fantasma: giovedì 13 giugno a Como una serata su quanto accade nei Balcani e sul perché dovrebbe interessarci...
"Scarp de' tenis", in distribuzione il numero di giugno È in vendita nelle parrocchie di Como il numero di giugno (232) della rivista “Scarp dè tenis”, il giornale dei senza dimora. Ecco i luoghi dove sarà distribuita la rivista...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 30 maggio 2019 la nuova pagina Caritas...
Nuovo InformaCaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero del 16 maggio 2019 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo InformaCaritas...
CDA Lomazzo: presentata la Relazione sociale 2018 Pubblichiamo la relazione del CdA “Don Tonino Bello” di Lomazzo che è, per sua natura, una cartina tornasole di alcune povertà delle comunità dei tre vicariati di Fino Mornasco, Lomazzo e Cermenate...
Formazione: il report dell’incontro del vicariato di Gravedona Si è svolto lunedì 6 maggio scorso a Gravedona, il primo degli incontri formativi richiesti dal Vicariato di Gravedona volti a promuovere la nascita della Caritas Vicariale e rinnovare il Centro di Ascolto già presente, secondo le linee guida diocesane...
La Diocesi rinnova l’accoglienza: il documento del Consiglio Caritas Nelle ultime settimane il Vescovo Oscar con Caritas e Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio onlus si sono confrontati sul tema dei flussi migratori e dell’accoglienza. Ecco in sintesi la posizione della Diocesi e il documento del Consiglio Caritas...
Corridoi umanitari: accolte tre giovani eritree nelle Valli Varesine Sono state accolte nelle scorse settimane, nelle Valli Varesine, tre giovani donne eritree arrivate in Italia attraverso il protocollo dei Corridoi umanitari frutto dell’intesa, siglata nel 2017, dalla Chiesa italiana con il Ministero dell’interno...
Quaresima di fraternità, l’impegno Caritas in Sud Sudan Su “il Settimanale della Diocesi di Como” del 4 aprile 2019 possiamo leggere un’intera pagina dedicata al progetto che la Caritas diocesana di Como sostiene a favore degli studenti del Sud Sudan...
Valmalenco, positiva l'animazione Caritas La comunità pastorale della Valmalenco ha organizzato nel mese di marzo quattro incontri con la Caritas dal titolo: “In ascolto di Gesù, Buon Samaritano dell’umanità”. Ecco la restituzione del lavoro fatto...
Proposte Giovani: con la Caritas nei campi per migranti in Serbia Di ritorno dalla rotta balcanica e dalla recente visita ai campi profughi in Bosnia e Serbia, la Caritas di Como vuole proporre ai giovani interessati una esperienza estiva di volontariato a favore degli ospiti dei campi...
Rebbio: parte il progetto per una comunità per minori Una fondazione svizzera regala alla comunità di Rebbio una casa per i minori. Il progetto vede la collaborazione tra la parrocchia di San Martino, la Cooperativa Symploké e la Fondazione elvetica “Main dans la main”...
Il nuovo servizio Whatsapp della Caritas diocesana La Caritas diocesana di Como ha organizzato un nuovo servizio Whatsapp per permettere a tutte le persone interessate di essere aggiornate costantemente sulle varie attività. Come iscriversi...
Symploké, lettera al direttore del “Settimanale” Ecco la “Lettera al direttore”, pubblicata sul numero del 7 marzo 2019 de “il Settimanale della diocesi di Como”, che contiene riflessioni del presidente della Cooperativa sociale Symploké, Stefano Sosio...
Caritas Como-Ticino: il volontariato lungo il confine Le Diocesi di Como e Lugano hanno invitato la cittadinanza a partecipare, domenica 24 febbraio 2019 a Como, al pomeriggio di approfondimento dal titolo “La solidarietà attraversa i confini - Storie di volontariato fra Como e Ticino”. Il report sul "Settimanale"...
“Minori migranti, maggiori rischi”, dossier Caritas italiana Ogni giorno 44,4 persone sono obbligate a lasciare le proprie case. I minori sotto i 18 anni di età costituiscono circa la metà della popolazione rifugiata (circa 30 milioni). Pubblicato nuovo dossier di Caritas italiana...
Corridoi umanitari: famiglia irachena da Mosul a Como grazie a Caritas Arrivano dalla Piana di Ninive, da quelle terre che sono state culla del patrimonio culturale mondiale e casa dei Patriarchi, le cui vicissitudini leggiamo nell’Antico Testamento. Sono Hanna, Wasan e Mereya: papà, mamma e figlia...
“Il peso delle armi": 
il sesto Rapporto sui conflitti dimenticati È stata presentata a Roma, nel 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la sesta edizione del rapporto di Caritas Italiana sui conflitti dimenticati. Nel 2017 i conflitti nel mondo sono stati 378; di questi, sono 20 le guerre ad elevata intensità...
Uggiate Trevano, il CdA compie 20 anni Il Centro di Ascolto di Uggiate Trevano ha tagliato il traguardo dei vent’anni di attività. Un servizio portato avanti dall’impegno gratuito, silenzioso e costante di tanti volontari
. Un servizio prezioso e gratuito, nato
 su impulso 
delle comunità parrocchiali della zona, per andare incontro alle tante fragilità del territorio...
Parrocchia di S.Orsola a Como, i corsi di italiano per stranieri Nei giorni scorsi si è aperto il nuovo anno di corsi della scuola di italiano per stranieri. I locali sono quelli della parrocchia di Como-Sant’Orsola, ma ne esistono due gemmazioni: una a Rebbio, sempre presso la parrocchia, l’altra a Cernobbio...
Il Centro Diurno “L’Incontro” di Como festeggia 10 anni Su “il Settimanale della Diocesi di Como” del 25 ottobre 2018 è pubblicata una interessante pagina in occasione della ricorrenza dei 10 anni di fondazione del Centro Diurno “L’Incontro” della Caritas diocesana di Como...
Il dormitorio dei Comboniani di Rebbio cerca volontari Il dormitorio per senza dimora attivo presso i Comboniani di Rebbio cerca nuovi volontari. A lanciare l’appello tramite “il Settimanale della Diocesi di Como”, è il referente di Porta Aperta, Giuseppe Menafra...
Symploké: i toccanti racconti di Joshua ed Emmanuel Sul sito della Cooperativa sociale Symploké (www.symplokecoop.it) sono state pubblicate il 3 agosto scorso due toccanti storie di accoglienza sul nostro territorio...
Progetto CASA contro l'emergenza abitativa Sul "Settimanale" del 12 luglio è stata pubblicata una interessante pagina, a cura della giornalista Enrica Lattanzi, che fa il punto sul progetto C.A.S.A. (Comunità Aperta Solidale Accogliente) della Caritas diocesana di Como...
A Como il Negozio dell'Usato solidale: i nuovi orari Continua la sua attività a Como, in via Morazzone 17 (150 metri da via Milano), il “Negozio dell’Usato Solidale”, nato grazie all’impegno della Cooperativa “Si può fare” e altre realtà della città. I nuovi orari di apertura...
"Si può fare", nuovo negozio a Olgiate Comasco “Si Può Fare”, la Cooperativa voluta dalla Caritas diocesana e dall’associazione Ozanam per offrire opportunità lavorative a persone in difficoltà, amplia la sua attività con un nuovo negozio a Olgiate Comasco...
"Favole in viaggio. Venti storie migranti", il libro di Symploké La Cooperativa sociale Symploké ha da poco messo a punto un interessante progetto: la pubblicazione di "Favole in viaggio. Venti storie migranti". Stefano Sosio, operatore di Symploké e responsabile del progetto, ci illustra nei dettagli come è nato questo interessante libro...
Collane e bracciali solidali per il Brasile Un'iniziativa particolare a sostegno del progetto internazionale di Caritas dedicato al Brasile: la “vendita” a offerta minima di bellissime collane e braccialetti realizzati a mano dalle donne di San Paolo...
Nuovi documenti pubblicati da Caritas Italiana Numerosi nuovi dossier sulle situazioni di crisi internazionali sono leggibili e scaricabili nella sezione "Area promozione umana" del nostro sito alla pagina "Immigrazione"...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI
NUOVO SITO CARITAS COMO: http://caritas.diocesidicomo.it/