NUOVO SITO CARITAS COMO: http://caritas.diocesidicomo.it/
Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Primo Piano > Editoriali > Ultimo Editoriale

EDITORIALE

11 dicembre 2019

Tempo di Avvento: riscoprire l’essenzialità della grotta

Rivedere la nostra vita per prendere coscienza di un cammino di conversione da fare ogni giorno

La Chiesa ci invita a vivere un tempo di riflessione e di attesa per un avvenimento importante, il Natale, che ci porta a ricevere tra noi il figlio di Dio che si fa uomo per condividere con noi la quotidianità.

Questo tempo che la Chiesa ci dona si sovrappone sulla nostra vita ordinaria che è convulsa, che è piena di progetti da realizzare, che è fatta di presente, che è incentrata su di noi, che ci impedisce di uscire dal  nostro orizzonte, dai nostri traguardi.

La Chiesa ci dice: fermati, mettiti nella dimensione di ascolto, purificati, fai in modo di recuperare la limpidezza e l'innocenza di un bambino per avere la capacità di riconoscere il Dio che viene tra di noi per condividere il dono grande che ci ha fatto: quello della vita. 

Credo che l'essenza vera del Natale sia questa nostra disponibilità incondizionata ad accettare in modo gratuito questo dono che Dio ci fa: il Suo figlio che si fa uomo e viene anche oggi a condividere con noi la vita, partendo proprio da questa dimensione di gratuità che si chiama amore per l'umanità.

Sì, perché il Natale - che ricorre tutti gli anni il venticinque dicembre - non è un ricordo di un avvenimento successo più di duemila anni fa, ma è un avvenimento reale e concreto: anche quest'anno Cristo viene in mezzo a noi ricordandoci che l'amore di Dio non viene mai meno, ricordandoci anche che però la risposta dell'uomo non è sempre coerente con la fiducia che Dio comunque ci accorda senza richiederne conto.

Allora, permettetemi di ripercorrere un po' i nostri atteggiamenti sia di singoli sia comunitari, non per dare dei giudizi, ma per cercare di dare un contributo a questo cammino che dovrebbe farci prendere coscienza del grande bisogno che abbiamo di conversione. 

Entro nel mondo delle famiglie. Anche nelle nostre città e nei nostri paesi è un mondo variegato, tante famiglie non hanno problemi economici tanto che vivono i rapporti famigliari basandosi su cose da possedere e sempre meno sui rapporti da coltivare; tante altre mancano dell’essenziale per vivere una vita dignitosa, ma sono inserite comunque in una società opulenta che li costringe ai margini o tutt’al più le rende strumento filantropico per esercitare una carità che mette tranquilli tutti quelli che hanno paura di cadere in questa dimensione di indigenza. Altre ancora hanno smesso di dialogare nel loro interno e si spaccano, si dividono e creano povertà relazionali, conflitti tra i coniugi e smarrimento per i figli.

Entro nel mondo dei giovani. Sempre più spesso i giovani diventano strumenti e sono impossibilitati a sperimentare la vita con gesti di responsabilità. 

Entro nel mondo di chi lavora. Spesso, in modi diversi, la persona che lavora viene sfruttata. Auspico, quindi, che il lavoro sia sempre più strumento di collaborazione nella costruzione di un mondo migliore. 

Entro nel mondo degli emarginati. Sono le persone che vivono ai margini delle nostre comunità civili, le quali mal sopportano la loro presenza emarginandoli ogni giorno sempre di più.

Entro nel mondo dei malati, degli anziani. Sono persone che sempre più sentono inutile la loro vita, perché non corrisponde ai parametri che la società di oggi richiede.

Entro nel mondo dei carcerati. Uomini e donne che vengono dimenticati nei luoghi di pena, condannati dalla società senza appello.

Queste sono realtà che tutte le nostre comunità vivono e che sempre di più non hanno il coraggio di affrontare, tanto meno in questo periodo che precede il Natale.

Dirò di più.
Abbiamo tutti sott'occhio ciò che succede nelle nostre strade: in questo periodo l'opulenza dei negozi, lo sfavillio delle luci, gli eccessivi addobbi nelle nostre chiese mal si sposano con la povertà e l’essenzialità della grotta.

Credo che sia venuto il momento che la comunità cristiana condivida con il mondo la vera ricchezza che il cammino di Avvento ci fa riscoprire: la bellezza e la sacralità della vita, dono grande che Cristo con la sua venuta in mezzo a noi ci riconsegna. Allora sta a noi compiere un cammino di purificazione che ci liberi da tutti gli eccessi che la società  di oggi ci consegna per essere degni di ricevere e consegnare al mondo la vita di Gesù che viene tra noi povero di tutto, ma ricco dell'amore del Padre che ci consegna perché diventi nostro strumento di evangelizzazione.

 

 

 

Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana di Como
 
VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Emergenza Freddo: il punto della situazione Con Beppe Menafra, referente di Porta Aperta e operatore della Caritas diocesana di Como, il “Settimanale della Diocesi di Como” ha fatto il punto dell’inizio e di come procede l’accoglienza notturna dei senza dimora in città di Como...
Campi Ancarano: apre il centro di comunità grazie a Caritas Como Sabato 30 novembre è stata inaugurata la nuova chiesa, che è anche centro di comunità, a Campi Ancarano (Pg), frazione di Norcia, nel cuore del cratere del terremoto del 2016...
Avvento di solidarietà: la Diocesi sostiene i progetti Caritas lungo la Balkan Route Il periodo di Avvento diventa tempo prezioso per allenare il nostro sguardo e il nostro cuore anche alle necessità di chi vive in difficoltà...
Emergenza freddo: aperta la tensostruttura al Card. Ferrari Al Centro pastorale Cardinal Ferrari di Como è attiva dallo scorso 1° novembre la tensostruttura che ospita fino a cinquanta persone per tutto il periodo invernale...
Casa per l’infanzia di Rebbio: a inizio 2020 l’inaugurazione Il sogno di veder nascere a Rebbio, quartiere alla periferia di Como, una casa per l’infanzia e minori sta per diventare realtà...
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 31 ottobre 2019 la nuova pagina Caritas...
Nuovo InformaCaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero del 10 ottobre 2019 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo InformaCaritas...
I 20 anni di Porta Aperta e Centro di Ascolto: due iniziative per ricordarli Nel settembre del 1999, esattamente 20 anni fa, aprivano a Como i due servizi Caritas divenuti, con il passare degli anni, punto di riferimento per la città. Le iniziative per ricordare questa data...
Servizi Caritas: le relazioni sociali 2018 Continua la pubblicazione delle Relazioni Sociali relative all’anno 2018 dei servizi Caritas. Di seguito pubblichiamo gli ultimi documenti pubblicati...
Da oggi la Caritas diocesana ha un nuovo numero telefonico Vi informiamo che da oggi il nuovo numero telefonico della Caritas diocesana di Como è: 031.0353533...
La Diocesi rinnova l’accoglienza: il documento del Consiglio Caritas Nelle ultime settimane il Vescovo Oscar con Caritas e Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio onlus si sono confrontati sul tema dei flussi migratori e dell’accoglienza. Ecco in sintesi la posizione della Diocesi e il documento del Consiglio Caritas...
Il nuovo servizio Whatsapp della Caritas diocesana La Caritas diocesana di Como ha organizzato un nuovo servizio Whatsapp per permettere a tutte le persone interessate di essere aggiornate costantemente sulle varie attività. Come iscriversi...
Collane e bracciali solidali per il Brasile Un'iniziativa particolare a sostegno del progetto internazionale di Caritas dedicato al Brasile: la “vendita” a offerta minima di bellissime collane e braccialetti realizzati a mano dalle donne di San Paolo...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI
NUOVO SITO CARITAS COMO: http://caritas.diocesidicomo.it/