NUOVO SITO CARITAS COMO: http://caritas.diocesidicomo.it/
Skip Navigation LinksCaritasComo.it > Primo Piano > Editoriali > Ultimo Editoriale

EDITORIALE

06 marzo 2020

Coronavirus, le virtù cristiane contro il contagio della supponenza

In questi giorni di forzata semichiusura di tutte le nostre attività, a causa dell'emergenza Coronavirus, si ha tempo per una riflessione sulla nostra vita sia personale sia comunitaria

 

In questi giorni di forzata semichiusura di tutte le nostre attività si ha tempo per una riflessione sulla nostra vita sia personale sia comunitaria, sulla nostra società così tecnologica ed efficiente che, a causa di un virus, si ritrova smarrita e impreparata ad affrontare l'imponderabile che non fa parte delle previsioni e dei progetti che l'economia globale ci ha imposti come unico strumento di governo della società.

Oggi ci troviamo, nostro malgrado, quantomeno a riflettere sull’inconsistenza degli obiettivi di crescita e di benessere che la società del consumo si è data e che si stanno sfaldando come neve al sole di fronte a un’emergenza sanitaria che stiamo affrontando, almeno in questa fase, ancora divisi. Affrontiamo, infatti, questa situazione creando ghetti virtuali tra nazione e nazione, tra parti del nostro Paese, tra ceti sociali, sperando che questo possa salvare non tanto vite umane, ma il benessere individuale.

In questa divisione anche noi credenti praticanti (comunità apostolica) siamo in prima linea, perché ci riteniamo, a causa della fede che diciamo di professare, un po' sopra le parti e nel nostro intimo ci affidiamo alla clemenza di un Dio che non ci può abbandonare e che comunque ha la facoltà di salvare dal contagio chi gli è  fedele (vi invito a fare un giro sui social dove questa tesi sta ormai spopolando).

Ho l'impressione, invece, che noi rischiamo concretamente il contagio del virus della supponenza, che ci fa affrontare questa fase della vita del nostro Paese come se noi non fossimo cittadini al pari degli altri; e allora, per esempio, alcuni di noi si scandalizzano per le Messe che non si possono celebrare in modo pubblico e in alcuni casi si avocano il diritto di non attenersi alle indicazioni che i nostri Vescovi ci hanno dato, e tranquillamente si incontrano in comunità a celebrare - se mi posso permettere - un rito vuoto perché da dono agli uomini queste Messe diventano ulteriore motivo di divisione.

Credo allora che, prima di tutto, sia necessario che le Comunità cristiane debbano darsi degli obiettivi comuni (bene comune) partendo da un confronto onesto tra i vari punti di vista, confronto vissuto con chiarezza, in cui si abbia il coraggio di raccontarsi emozioni, bisogni, paure, aspirazioni, prospettive. 
Questo permetterà di costruire delle azioni condivise che possano costruire e far vivere in modo concreto il bene comune.

Questo confronto ci aiuta sicuramente a saper superare i personalismi, gli egoismi e noi Comunità cristiana possiamo mettere in campo tante ricchezze che stiamo ricevendo in modo anonimo e gratuito dalle tante persone che ci avvicinano e che ci donano la loro esperienza di vita.

Vi porto alcuni esempi di queste ricchezze nascoste.

La Pazienza che ci è donata da tutte quelle persone che nelle nostre città vivono la dimensione della strada e che paradossalmente sono state quelle che a oggi hanno subito più danni da queste restrizioni.

La Solitudine che ci è donata da tante persone anziane e ammalate che rischiano ancor più di restare emarginate, perché l'attenzione massima oggi è indirizzata verso la lotta a questa pandemia. 

La Ferialità che ci è donata da tante famiglie, che oltre alle fatiche normali di far coniugare lavoro e vita di famiglia, si ritrovano a dover rivoluzionare la propria giornata per affrontare in modo costruttivo questa emergenza.

La Povertà che ci è donata dalle tante persone che hanno il coraggio di vivere la loro vita non basandosi sulle cose e sulle qualità che possiedono, ma sulla condivisione di tutto quello che sono e che possiedono con gli altri. 

La Gioia che ci è donata da tante persone che anche in questi momenti faticosi trovano energie e tempo di trasmettere agli altri la bellezza di vivere.

La Speranza che ci è donata dalle persone consacrate che ci sostengono ancora di più con la loro preghiera incessante e fiduciosa in un Dio che ci è Padre amoroso.

Sono certo che se attingiamo a questo tesoro la nostra vita personale e comunitaria supererà la paura, oltre che del Coronavirus, di tutti i virus esistenziali che ci attanagliano e potrà diventare strumento vero per trasmettere l'amore di Dio per tutta l'umanità.

 

 

 

Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana di Como
 
VICARIATI E PARROCCHIE
  • LA CARTA DELLA DIOCESI
    >>> Vai     
 
INFORMAZIONE Newsletter, Pagina Caritas, Informa Caritas, In Caritas e tanto altro!  
CALENDARIO
Calendario Appuntamenti
NOTIZIE FLASH
Nuova pagina Caritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stata pubblicata sul numero de “il Settimanale della Diocesi di Como" del 26 marzo 2020 la nuova pagina Caritas...
Balkan Route: opportunità di volontariato internazionale per giovani in Bosnia Come nel 2018 e nel 2019 la Caritas di Como propone anche quest'anno ai giovani interessati due tipi di impegno particolarmente interessanti...
Quaresima 2020: scopri i progetti di carità della Diocesi di Como. Dona anche tu! I progetti scelti anche quest’anno dalla Caritas diocesana per la Quaresima vogliono offrire, con il sostegno di tutti, risposte a bisogni diversi della persona...
Casa per infanzia e minori di Rebbio: ora è davvero tutto pronto L'open day si è tenuto domenica 9 febbraio. La Cooperativa Symploké gestirà all’interno dell’edificio un centro diurno, una comunità per minori e una comunità genitore-bambino...
Continua la campagna di “Vicini di strada” a sostegno dei dormitori invernali La Caritas diocesana di Como è, come ogni anno, soggetto attivo nella gestione dei dormitori invernali (temporanei) nella città di Como. Di seguito vi proponiamo il comunicato diffuso dalla rete "Vicini di Strada" di cui la stessa Caritas fa parte...
Valtellina: sempre attivi i servizi Caritas. Il punto con dati e riflessioni Su “il Settimanale della Diocesi di Como” del 6 febbraio il punto della povertà sul territorio valtellinese e dell’attività dei servizi che accolgono le persone in difficoltà
“Non si tratta solo di migranti”: presentato il 28esimo Rapporto Caritas Migrantes “Non si tratta solo di migranti” è il titolo dell’incontro che si è svolto mercoledì 22 gennaio alla Biblioteca di Como, in occasione della pubblicazione dell’annuale Rapporto Caritas e Migrantes, giunto alla 28esima edizione...
Caritas Como e Caritas Ticino: formarsi insieme sull’enciclica Laudato Si’ Nel solco dell’amicizia e della collaborazione che da alcuni anni si stanno consolidando fra le diocesi di Como e Lugano, lo scorso 18 gennaio si è svolta una giornata di approfondimento sull’enciclica di papa Francesco “Laudato si’”...
Campi Ancarano: apre il centro di comunità grazie a Caritas Como Sabato 30 novembre è stata inaugurata la nuova chiesa, che è anche centro di comunità, a Campi Ancarano (Pg), frazione di Norcia, nel cuore del cratere del terremoto del 2016...
Emergenza freddo: aperta la tensostruttura al Card. Ferrari Al Centro pastorale Cardinal Ferrari di Como è attiva dallo scorso 1° novembre la tensostruttura che ospita fino a cinquanta persone per tutto il periodo invernale...
Nuovo InformaCaritas su "il Settimanale della Diocesi di Como" È stato pubblicato sul numero del 10 ottobre 2019 de “il Settimanale della Diocesi di Como” il nuovo InformaCaritas...
Il nuovo servizio Whatsapp della Caritas diocesana La Caritas diocesana di Como ha organizzato un nuovo servizio Whatsapp per permettere a tutte le persone interessate di essere aggiornate costantemente sulle varie attività. Come iscriversi...
News precedente      News successiva
FONDAZIONE CARITAS
La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio OnlusLa Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus si propone di provvedere nel territorio della Diocesi di Como, ed in particolare con l’Ordinario diocesano e l’ufficio Caritas, allo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e precisamente alla promozione, al sostegno e alla gestione di iniziative e servizi a carattere caritativo-assistenziali
 
>>> Apri     
 

 
  

Usiamo i cookie - anche di terze parti - per consentirti un migliore utilizzo del nostro sito web. Per maggiori informazioni sui cookie, consulta la Informativa Estesa sui cookie.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

LEGGI INFORMATIVA         HO CAPITO, CHIUDI
NUOVO SITO CARITAS COMO: http://caritas.diocesidicomo.it/